IL PACCO TERRONE VIAGGIA NEL MONDO

0

In una Basilicata che si modernizza , le abitudini non muoiono ma si organizzano in chiave innovativa. C’era una volta la mamma lucana classica che al figlio universitario fuori regione mandava il pacco alimentare: il sugo come piace a lui/lei i fagioli già conditi, l’ìmmancabile pezzo di salsiccia, e soprattutto latticini e prodotti caseari . Un modo per sentirsi vicino e fargli ricordare i profumi e i sapori di casa. A Venosa , Mariangela Necco, ha avuto l’idea di veicolare quest’ansia delle mamme verso una distribuzione più organizzata, creando un sito di commercio on line che è specificatamente orientato a rifornire di alimenti tipici i lucani che vivono fuori, siano ragazzi o famiglie oppure persone che per attività lavorativE operano al di fuori dei confini regionali. Il nome che hanno dato all’iniziativa è un capolavoro nel campo pubblicitario, perché “ il pacco terrone” evoca l’ingenuità e la genuinità dei tanti lucani che si recavano nei Ministeri romani a trovare ora un politico, ora un dirigente, ora un usciere per il disbrigo di una pratica e non entravano a mani vuote ma portando ora una lattina d’olio, ora un po’ di salame, ora un po’ di aglianico: un atto di cortesia, non un do ut des, un modo per omaggiare la gentilezza delle persone e per ringraziare della disponibilità offerta, portando il meglio della terra lucana in termini di genuinità e di autenticità.

LA SPORTULA HORATIANA

Adesso che tutto è cambiato, il pacco terrone può essere veramente il veicolo per i prodotti tipici, da destinare non solo agli studenti, ma soprattutto per gli omaggi fuori regione, a Natale come a Pasqua , con quei cestini nei quali si può mettere il miglior panettone d’Italia (acerenza), i migliori vini d’Italia( vulture), il miglior podolico d’italia (calvello), la pasta di grano cappelli (Stigliano) tornata regina della tavola al Sud, sottolii del Pollino, peperoncini e conserve di ogni tipo e da tute le zone . Così se ad una famiglia del Nord arriva, IN UNA SPORTULA HOPRATIANA, un Pacco dalla Terronia, diventerà una cosa esclusiva, unica, privilegiata. Si la basilicata va venduta bene, privilegiando la qualità, la buona comunicazione, la capacità artistica di fare packaging, la creatività artistica lucana, la certificazione della salubrità dei prodotti. Pacchi sempre più sofisticati come segno distintivo di una lucanità che sa essere insieme valore, gusto, sapore, cultura e tradizione.  Complimenti, ragazzi. Questa pagina ve la siete meritata. Rocco Rosa

www.ilpaccoterrone.com

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento