IL PORTIERE CRESPI REGALA IL PAREGGIO AL PICERNO

0

ROCCO SABATELLA

Se il Picerno ha inanellato il quarto risultato utile di fila, lo deve principalmente al suo giovane portiere Crespi che al minuto 42 della prima frazione di gioco ha messo in angolo, con un gran tuffo sulla sua sinistra, un calcio di rigore calciato da Uliano. Non è stata una partita da ricordare per spettacolo e occasioni create sia su un fronte che sull’altro. Alla fine una certa supremazia territoriale della Gelbison che ha prodotto qualche azione offensiva che poteva essere sfruttata in maniera diversa. Per il Picerno un punto prezioso che muove la classifica ma ancora una volta gioco offensivo molto deludente nonostante Longo abbia mandato in campo tutti gli attaccanti ad eccezione di Gerardi. Un po’ perché pochi palloni sono arrivati in avanti un po’ per una certa apatia degli attaccanti, il Picerno non ha mai avuto davvero l’opportunità di poter uscire da questa gara con i tre punti. Dal suo canto la squadra campana continua il suo ottimo torneo con un’altra prova molto positiva vanificata solo dalla prodezza del portiere del Picerno. E i 20 punti conquistati dalla squadra di Vallo della Lucania assumono maggior significato se si considera che la Gelbison ha giocato le gare interne sul neutro di Pagani. E quella con il Picerno è stata l’ultima giocata a Pagani perché da domenica prossima i campani della provincia di Salerno si avvicinano di molto a casa perché troveranno ospitalità nel rinnovato stadio di Agropoli.  Inizio di gara equilibrata con un azione di Esposito e parata di D’agostino. Poi è Kieremateng che impegna severamente il portiere Crespi che poi sull’angolo vede un colpo di testa di De sena finire fuori. In maniera occasionale, frutto di un rimpallo, arriva un’opportunità per Diop che si avvia solo verso lka porta avversaria ma al limite è fermato da un decisivo intervento di Gilli che gli sradica il pallone dai piedi. Partita che staziona in mezzo al campo e difesa del Picerno molto attenta e guardinga nel frenare i tentativi dei padroni di casa. Poi nel finale di tempo il netto fallo in area di De Ciancio su Fornito  per il rigore che Crespi manda in angolo tenendo in vita la sua squadra. Nella ripresa la pressione della Gelbison si accentua alla ricerca del gol del vantaggio con il Picerno che opera in ripartenza. Il primo tiro in porta centrale e senza forza della ripresa  è di Reginaldo ma D’Agostino blocca. Ma è la squadra campana che crea pericoli in serie alla difesa del Picerno. Prima è bravo Crespi a mettere in angolo un tiro di De Sena, poi sull’angolo il tiro di Fornito è deviato da un difensore e finisce alto di poco. Il Picerno alleggerisce la pressione guadagnando un angolo battuto da Dettori e incornato da Diop ma senza impensierire il portiere della Gelbison. Arrivano le sostituzioni  nelle due squadre ma la musica non cambia. Golfo e Kouda al posto di Reginaldo e Esposito ma senza troppe possibilità di creare pericoli agli avversari. Il Picerno non vuole rischiare niente e aumenta l’attenzione chiudendo tutti gli spazi e facendo trascorrere l’ultimo quarto d’ora molto tranquillo a Crespi. Per un punto prezioso che fa anche morale in vista dell’impegno al Curcio di dopodomani con il Monterosi.

Condividi

Sull' Autore

Rocco Sabatella...

Rispondi