IL POTENZA COMPIE L’IMPRESA: RIMONTA DA FAVOLA

0

rocco sabatella

L’aveva detto Raffaele alla vigilia che il Potenza aveva tutta l’intenzione di ritornare alla vittoria che mancava dal 23 dicembre dello scorso anno. Ma il tecnico siciliano non immaginava minimamente che il Potenza avrebbe centrato questo obiettivo dopo 96 minuti che hanno riservato emozioni a non finire e che hanno esaltato i circa 400 tifosi rossoblù che sono arrivati a Pagani. Senza contare poi la sfrenata gioia del fine partita del presidente Caiata che ha voluto dedicare la vittoria di Pagani a quello che ha considerato l’artefice dell’impresa, ossia Giuseppe Raffaele. Vincere, ovviamente, fa sempre bene per il morale e la classifica, ma vincere una partita che alla fine del primo tempo sembrava persa, come direbbe una famosa pubblicità, non ha davvero prezzo. Eppure la partita, per un Potenza alquanto incerottato per le assenze contemporanee di Giosa, Ricci e Salese e con Matino e Di Somma  non al meglio della condizione, non poteva cominciare meglio visto che dopo soli 43 secondi di gioco, in pratica al primo affondo offensivo rossoblù, Franca ha colpito a volo un suggerimento di Coccia mandando la palla all’angolino. La rete del vantaggio del brasiliano fa pensare a tutti che, sulla falsariga delle due ottime prestazioni ottenute contro Monopoli e Juve Stabia, il momento positivo del Potenza potesse continuare anche sul campo dell’affamata Paganese nonostante le tante defezioni. E invece una decina di minuti di black out della squadra di Raffaele, oltre ad una rabbiosa reazione dei padroni di casa, capovolgono la situazione. Il mattatore è Cesaretti, attaccante campano, autore  di una prestazione sontuosa.  Cesaretti si incarica di ribaltare il risultato prima con un preciso tiro a volo dal limite che non lascia scampo a Ioime, poi di servire a capitan Scarpa un prezioso assist che porta i campani avanti e infine di suggellare il suo pomeriggio di gloria, dopo aver colpito anche un palo a Ioime battuto, con una conclusione sporcata da una deviazione che sìinfila beffarda alla spalle del portiere del Potenza. Tutto questo nello spazio di 18 minuti. Poi Cesaretti si deve arrendere ad un problema muscolare e viene sostituito. Una mazzata tra capo e collo per la squadra lucana che ha il merito di non affondare ulteriormente e che viene ridisegnata da Raffaele con l’ingresso dell’argentino Lescano al posto del difensore Matino. Dopo essere partiti con il 3-5-2 , si ritorna al 4-3-3 per tentare di rientrare in partita. La reazione dei rossoblù è incoraggiante perché nel finale di primo tempo, dopo che Ioime evita il tracollo opponendosi alla grande ad una conclusione ravvicinata di Cappiello, Di Somma sfiora la rete con un colpo di testa che il portiere campano sventa con un intervento prodigioso. Dopo il riposo il Potenza rientra in campo con la consapevolezza di avere il tempo necessario per  rimettere in sesto la partita. Entra anche Dettori al posto di un insufficiente Piccinni e la mossa è logica perché il centrocampista ex Padova e Feralpi  aumenta la qualità della squadra in mezzo al campo.  L’approccio dei rossoblù nel secondo tempo è molto positivo e ingenera un cauto ottimismo. Che aumenta a dismisura dopo che il giovane Longo, schierato titolare da Raffaele, accorcia le distanze con un diagonale chirurgico che non lascia scampo al portiere di casa. Un bottino esaltante per il giovane voluto da Raffaele alla seconda marcatura personale in tre gare, di cui due subentrando dalla panchina. La rete di Longo aumenta il coraggio del Potenza e ha un effetto devastante per la Paganese che comincia a impaurirsi e si arrocca nella propria area. Il Potenza capisce che è il momento di produrre il massimo sforzo per arrivare al pareggio ed avere anche il tempo per vincere. Raffaele aumenta la batteria degli attaccanti inserendo Bacio Terracino, oltre a Matera e porta stabilmente  4 punte nella metà campo avversaria con Franca che svaria per tutto il fronte per aprire spazi a Lescano. Che in due minuti diventa protagonista assoluto siglando con un tiro potente e preciso la rete del pareggio su assist di testa di Franca e si ripete dopo facendosi largo nel cuore dell’area della Paganese con un diagonale che gonfia la rete. Vi lascio immaginare che cosa sia successo in campo e nel settore dei tifosi rossoblù dopo la rete del vantaggio. Che il Potenza difende con grande tranquillità, pur con una squadra a trazione anteriore, senza rischiare nulla. E anzi è la squadra di Raffaele a sfiorare il quinto gol con ripartenze micidiali. Finisce con un successo molto importante che conferma i rossoblù sempre al decimo posto con la concreta possibilità di migliorare la posizione di classifica già domenica prossima quando al Viviani arriverà il Rende. Intanto c’è da pensare  al Monopoli che  mercoledi contenderà alla squadra di Raffaele il passaggio del turno in coppa Italia.   

 
Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento