IL POTENZA E’ ISCRITTO UFFICIALMENTE ALLA CORSA PER LA B

0

rocco sabatella

Dopo il successo sulla Vibonese che ha sancito la conquista del quinto posto, il Potenza, come ha giustamente sottolineato il presidente Caiata a fine partita, risulta iscritto all’affascinante coda dei play off che mettono in palio ulteriori due promozioni in serie B. E’ stata quella del Potenza una grandissima stagione che nemmeno il più ottimista dei tifosi avrebbe potuto pronosticare. E il merito va a tutte le componenti della società. Alla dirigenza che raccoglie i frutti molto succulenti del lavoro  iniziato due anni fa, alla squadra e  al tecnico Raffaele arrivato a Potenza tra lo scetticismo generale e artefice di questo percorso incredibile e capace di risollevare le sorti del gruppo dopo una partenza di campionato non positiva. E nel lavoro della dirigenza, con i testa il presidente Caiata, dobbiamo inserire anche il prezioso supporto al tecnico Raffaele con il giudizioso e importante mercato di gennaio che ha fatto arrivare a Potenza elementi che si sono dimostrati molto affidabili. I play off avranno inizio domenica prossima 12 maggio. Allo stesso tempo la squadra lucana ha conosciuto anche il nome della formazione che si troverà  di fronte al Viviani nella prima giornata dei play off del girone C. Contrariamente a quelle che erano le previsioni della vigilia, a spuntarla per il decimo posto è stato il Rende che, tra l’altro, nell’ultima giornata è stato a guardare dovendo osservare il suo turno di riposo e si era fermato alla quota di 47 punti. Quota che poteva essere superata, nel turno conclusivo della stagione regolare, solamente da due formazioni: la Cavese e la Viterbese. In particolare la squadra campana con un pareggio avrebbe fatto suo il decimo posto anche in caso di vittoria della Viterbese a Pagani e quindi di arrivo delle due formazioni a 48 punti. Sarebbe passata la Cavese per i risultati favorevoli nello scontro diretto.  Invece Cavese e Viterbese sono state battute dal Bisceglie e dalla Paganese lasciando via libera al Rende che probabilmente non credeva che si potessero verificare, contemporaneamente, tutti e due i risultati che gli potevano aprire le porte dei play off. Ma mentre la sconfitta della Viterbese si poteva anche prevedere visto il caos in casa laziale determinato dalle scelte del presidente Camilli che ha puntato, come unico obiettivo da perseguire, alla conquista della Coppa Italia contro il Monza nella gara di ritorno che si giocherà mercoledi prossimo, particolare stupore ha destato il suicidio perfetto della Cavese che a Bisceglie è stata capace di subire ben quattro reti da una formazione che non aveva fatto mai in questa stagione più di una rete a partita. E, fatto ancora più grave, i campani di Modica non sono riusciti a conservare il risultato di parità sul tre a tre che era stato faticosamente raggiunto. Dalla vittoria a Rende, doppietta di Franca, era cominciata la risalita del Potenza in classifica, con lo stesso avversario i rossoblù di Raffaele inizieranno il loro cammino nei play off.  Si tratta di una formazione molto giovane e che nel girone di andata è stata la sorpresa positiva del girone C per il suo rendimento e per i risultati raggiunti. In questi play off il Rende potrà avere dalla sua parte la spensieratezza, l’incoscienza della gioventù e pochissime pressioni su di sè,  ma anche una buonissima organizzazione di squadra nonché un buon tasso tecnico individuale. Ma anche il Potenza potrà far valere le sue eccelse doti che gli hanno permesso di raggiungere un traguardo storico e che dovranno essere messe in campo per avere ragione dei calabresi. Ci sarà più di qualche motivo se la squadra di Raffaele è riuscita, alla fine, a fare 10 punti in più rispetto al Rende. Ma allo stesso tempo c’è da dire che i play off sono una storia a sé rispetto al campionato perchè  la differenza la fanno altri fattori: ci si gioca tutto in gara secca e non c’è possibilità di rimediare, ogni episodio può essere determinante, bisogna arrivare a questi appuntamenti decisivi nelle migliori condizioni psicologiche e fisiche-tecniche, avere anche una buona dose di fortuna e farsi trovare pronti ad ogni gara. Possiamo dire che il Potenza arriva ai play off forte di una crescita esponenziale cominciata il 20 gennaio scorso a Monopoli e proseguita per ben 17 partite consecutive, fino alla vittoria di ieri con la Vibonese, nelle quali Emerson e compagni hanno perso e di stretta misura solo sul campo del Trapani. Riuscendo a totalizzare un bottino di 32 punti nel girone di ritorno che fanno del Potenza una delle migliori tre squadre del girone C per rendimento e risultati. Superiore anche a chi ha allestito organici super per lottare per il primo posto. Anche l’ultima partita della stagione regolare contro la Vibonese dell’ex Nevio Orlandi che ha fatto i complimenti al Potenza per l’importante e prestigioso traguardo raggiunto, ha mostrato una squadra in salute che, grazie al lavoro di Raffaele e dei suoi collaboratori, ha raggiunto uno standard complessivo di rendimento e di forma molto elevato,  ha acquisito la piena consapevolezza dei propri mezzi ed è perfettamente cosciente di poter giocarsi le sue possibilità sotto la spinta e la guida dei suoi elementi più esperti che conoscono alla perfezione le dinamiche di queste gare e sono in grado di trasmettere messaggi rassicuranti e stimolanti ai compagni più giovani. Il mantra di Raffaele di lavorare per portare tutti gli elementi al top della forma, ha trovato la sua conferma nei 90 e passa minuti giocati contro la Vibonese contro la quale, per una serie di necessità, fuori Coccia e Franca per infortunio e Dettori, Sepe e Genchi perché diffidati,  ha dovuto fare turn over  senza perdere di vista la necessità di arrivare al successo. E chi è andato in campo ha fatto per intero il suo dovere contro la Vibonese, ma ha reso contento l’allenatore che potrà avere tante alternative importanti per gli impegni che stanno facendo sognare tutti i tifosi. E’ il caso di Bacio Terracino la cui prestazione è stata molto positiva non solo per la rete decisiva segnata all’ultimo secondo del primo tempo con un preciso diagonale sul passaggio di Panico molto attivo sulla sua corsia, di Murano rimasto in campo 70 minuti e che avrebbe meritato anche la rete con due perle da attaccante completo, una nel primo tempo e un’altra nella ripresa, che hanno messo i brividi al portiere ospite Zaccagno. Le due conclusioni sono uscite di un soffio. Ma Murano ha dialogato molto con i compagni, si è assunto, in diverse occasioni, il compito di far salire la squadra  e ha fatto anche pressing sui difensori avversari. Progressi indiscutibili dell’ex del Trapani che sono stati apprezzati anche dal pubblico che spera che Murano sia l’uomo della provvidenza nei prossimi incontri.  Anche Matera molto bene ed autorevole al rientro. Senza sorprese la prova del terzetto difensivo che non ha concesso niente agli attaccanti ospiti e che si è fatta vedere anche come supporto per la costruzione del gioco, Giosa sempre padrone della sua zona di competenza e pericoloso di testa in area avversaria sulle palle inattive, Guaita iper attivo sia come esterno che come centrocampista centrale.  Partita dominata in lungo e largo e che poteva chiudersi con un punteggio più largo. Ma è stato il portiere ospite Zaccagno a impedire che il punteggio venisse arrotondato. I calabresi hanno onorato sportivamente l’impegno che per loro non contava niente e sono stati un buon sparring partners.  A fine gara tutta la tifoseria rossoblù ha voluto tributare il giusto ringraziamento alla squadra per lo straordinario cammino percorso e per il sogno che sta regalando a un’ intera città. Adesso un giorno e mezzo di riposo e poi da martedì pomeriggio tutti in campo a preparare la sfida secca al Rende di domenica prossima. Ricordiamo che i play off sono organizzati dalla Lega Pro che dovrà stabilire anche gli orari delle gare e inviare i biglietti per il match con il Rende. Cosa che dovrebbe verificarsi tra domani e mercoledi con la quasi certezza che gli abbonati avranno la prelazione per acquistare il biglietto per domenica prossima. In questa settimana saranno monitorate anche le situazioni dei due infortunati Coccia e Franca.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento