Il Potenza pronto per il ritiro in sede

0

Giovanni Benedetto

Siamo giunti alla vigilia della partenza ufficiale del campionato di serie C 2019-20 e il Potenza si presenta ai nastri di partenza con una rosa quasi al completo.

Lunedi 15 pv,  inizia il ritiro in sede, i primi due tre giorni saranno dedicati prevalentemente alla sistemazione logistica dei calciatori e alle consuete visite mediche, già a metà settimana si inizierà a sudare sotto lo sguardo vigile di Raffaele e il suo vice.

Dall’isola d’Elba il tormentone dell’anno: 

” Da cent’ann’ u Putenz’ é Semb’ nu Squadron ‘ “

Oltre al gruppo dei riconfermati si aggiungeranno alla squadra altri sei nuovi calciatori: Alvaro Juliano, Piero Arcidiacono, Orlando Viteritti, Andrea Jukic, Souare e Franco Daguerre, un under argentino, in prova.

Non ci saranno i partenti Genghi, andato a Taranto, Matera alla Cavese e Guaita per non avere rinnovato il contratto.

Nel corso della settimana la società é impegnata a sistemare alcuni giocatori: Giron, Piccinni e Di Somma, in funzione di chi esce penserà anche al naturale sostituto.

Il mercato la società l’ha impostato per rispettare un budget e quindi ha cercato di svincolarsi dai calciatori con contratti più onerosi per guardare a calciatori giovani, alcuni dei quali, hanno fatto la differenza in serie D e che aspettano di giocate in C   per mettersi in evidenza: é il caso di Andrea Jukic, attaccante di razza, del senegalese Souare, un esterno, che ha dato il meglio di sé, in serie D col Troina.

Andrea Jukic

Alvaro Juliano, Orlando Viteritti, sono entrambi calciatori di serie C che sono venuti a Potenza in una società, che li ha cercati, e sperano di ricambiare impegnandosi al massimo per cercare il rilancio definitivo della loro carriera.

La settimana prossima potrebbe essere decisiva per la risoluzione di alcune pendenze dei calciatori messi in lista di partenza, in entrata potrebbe arrivare la firma di Murano, al momento ancora in stand by, in alternativa la società sarà pure disposta a pensare ad un bomber di sicuro affidamento.

Condividi

Sull' Autore

Giovanni Benedetto

Mi sono occupato per 40 anni prima in Rai e poi in Rai way dell' esercizio degli impianti alta frequenza della Rai in Basilicata. Per vent'anni in qualità di quadro tecnico sono stato responsabile del reparto di manutenzione degli impianti alta frequenza: ripetitori, trasmettitori tv e mf, ponti radio e tutti gli impianti tecnologici connessi. Ho presieduto tutta la fase della swich-off analogico- digitale della rete di diffusiva della Basilicata. Nel 90 per tre mesi come tecnico della Rai Basilicata ho lavorato al centro , ibc, di Saxa Rubra, per inoltrare i segnali televisivi e radiofonici provenienti dai dodici stadi accreditati ai mondiali 90, attraverso i ponti radio e i satelliti in tutto il mondo. Fuori dal mondo produttivo, mi sento un cittadino libero e curioso, che osserva con attenzione la realtà che mi circonda. Attento al comportamento della politica e delle istituzioni e alle decisioni che esse assumono e che incidono sul nostro destino , sensibile ai fenomeni e ai cambiamenti che attengono la nostra società: comprese le virtù e le miserie che essa esprime; sempre raffrontando il presente col passato per schiarire meglio la visione del futuro.

Lascia un Commento