IL POTENZA STA PROGRAMMANDO LA NUOVA STAGIONE

0

rocco sabatella

Sarà il Trapani a contendere al Piacenza la promozione in serie B nella prima finale, mentre l’altro posto se lo giocheranno il Pisa e la Triestina. La grande delusione della giornata di ieri, oltre che di tutta la stagione, è stato il Catania. Che non è stato in grado di vincere, per arrivare alla finale, sul campo del Trapani che con il pareggio e il miglior piazzamento della stagione regolare può coronare alla grande una stagione davvero esaltante. Ma l’eliminazione del Catania non fa che aumentare il rammarico in casa Potenza per l’ingiusto epilogo dei due match con gli etnei. Siamo sicuri che il Potenza avrebbe reso la vita molto più difficile al Trapani di quanto fatto dalla squadra allenata da Sottil.   Adesso, però, bisogna guardare avanti per mettere a punto i programmi per la nuova stagione in serie C. Dopo aver ottenuto il via libera dalla Covisoc che ha dato parere positivo sui parametri finanziari e patrimoniali della situazione contabile del Potenza al 31 marzo 2019, adesso il presidente Caiata e i suoi collaboratori possono preparare la documentazione per l’iscrizione al campionato da presentare entro il 24 giugno prossimo. Documentazione che dovrà contenere anche la certificazione dell’effettuazione dei lavori al Viviani richiesti dalla Lega Pro e che dovranno essere eseguiti dal comune di Potenza. Intanto è stato firmato, tra il Potenza e l’amministrazione comunale, il prolungamento di un anno della convenzione per la gestione del Viviani.  Nel contempo lo stesso comune, con l’Unità di Manutenzione, si è detto pronta ad eseguire gli interventi richiesti dal Potenza che sono l’installazione dei sediolini, il nuovo impianto audio e il potenziamento dell’impianto di illuminazione che deve essere aumentato fino ad 800 lux.  Aldilà delle dichiarazioni di intenti del comune, è necessario e indifferibile che questi lavori inizino al più presto perché il Potenza deve rispettare la data del 17 giugno per comunicare alla Lega Pro l’ultimazione dei lavori in modo da consentire ai tecnici della stessa Lega Pro di programmare il sopralluogo al Viviani e di certificare che i lavori sono stati fatti a norma. Questa certificazione andrà allegata alla domanda d’iscrizione. Contestualmente il presidente Caiata e gli altri dirigenti si sono tuffati nelle questioni più squisitamente tecniche e in particolare sulle operazioni di mercato. Prima situazione da risolvere e al più presto è quella riguardante la guida tecnica del Potenza 2019-2020. Che sembrava non dovesse essere un problema visto che la conferma di Raffaele pareva cosa già certa con la firma che doveva essere una pura formalità. Ma così non è stato perché l’incontro tra il presidente Caiata e il tecnico siciliano, grande protagonista della straordinaria stagione dei rossoblù, è slittato con il disappunto del presidente Caiata e si svolgerà tra la giornata di oggi e di domani. Al momento quante sono le possibilità percentuali che Raffaele rimanga alla guida del Potenza? Possiamo dire che al momento le possibilità della permanenza sulla panchina del Potenza di Raffaele non superano il 50 per cento. E questo perché c’è la concorrenza di  tante altre società della serie C, in generale attratte dalle idee e dal gioco praticati con il Potenza, che faranno carte false per soffiare Raffaele ai lucani.  La pista siciliana, che da ieri sera si è arricchita di un’altra sicura pretendente alle prestazioni di Raffaele, il Catania che rimarrà in serie C,  potrebbe essere privilegiata dal tecnico che si vuole avvicinare alla famiglia. Una prima offerta, alquanto sostanziosa, della Sicula Leonzio è stata recapitata al giovane tecnico di Barcellona Pozzo di Gotto che la dovrà confrontare con quella che gli ha fatto il presidente Caiata, profondo estimatore di Raffaele, che ha proposto un contratto triennale, oltre al rafforzamento dell’organico. Ma Raffaele ha fatto altre richieste al Potenza che riguardano una migliore organizzazione della società per la stagione prossima con l’individuazione di una figura di collegamento tra dirigenza e tecnico e soprattutto l’adeguamento e il miglioramento dello staff sanitario. Sul fronte tecnico il presidente Caiata vuole accontentare le richieste di Raffaele di potersi scegliere gli elementi adatti alla sua filosofia di gioco. E allora perché questi tentennamenti dell’allenatore siciliano a dire si subito alla proposta complessiva del Potenza? Andiamo molto lontani dalla realtà se diciamo che probabilmente Raffaele non crede che il quinto posto conquistato possa essere migliorato nel torneo prossimo che assomiglierà in tutto e per tutto alla serie B? Di sicuro questo rallentamento di Raffaele nel rilegarsi al Potenza, probabilmente non avrà fatto piacere al presidente Caiata che non vuole perdere tempo per programmare la nuova stagione e chiaramente si sarà guardato sicuramente intorno per non farsi trovare impreparato se tra Raffaele e Potenza la fumata dovesse essere nera. Allenatori bravi in giro non mancano. Modesto, grande stagione con il Rende, Calabro, ex Viterbese e profondo conoscitore della serie C, Torrente che ha allenato la Sicula Leonzio, per citare solo qualche esempio, appartengono alla categoria dei bravi tecnici. Bisogna aspettare ancora poco tempo, al massimo 36/48 ore, per sapere se Raffaele rimarrà a Potenza oppure no. Sul fronte mercato dei calciatori gli obiettivi del Potenza, dopo la conferma degli elementi più rappresentativi che costituiscono l’ossatura base dei rossoblù, Emerson, Dettori, Franca, Guaita, Coccia, Sepe, Ricci, Coppola, Sales, Panico, Di Somma, Ioime, Breza, Mazzoleni, Matera, sono l’ingaggio di due centrocampisti, uno o due attaccanti, un vice Coccia, un attaccante esterno e qualche difensore giovane. Che dovranno sostituire i sicuri partenti che sono Lescano e Matino che torneranno al Parma, Genchi e Bacio Terracino con i quali trovare un accordo per la loro uscita. Non resteranno nemmeno Giron e Salvemini che tornano dai prestiti al Bisceglie e al Monopoli e con i quali bisognerà sedersi a tavolino per trovare la soluzione migliore ai loro desideri. Poi bisognerà valutare, d’intesa con l’allenatore, chiunque egli sia, la posizione di Piccinni per vedere se il centrocampista pugliese rientra ancora nei piani del Potenza. Mentre sarebbe una buona scelta  proseguire il rapporto con Murano che ha intenzione di rimanere in rossoblù per dimostrare che il vero Murano non è sicuramente quello di questa travagliata stagione costellata da infortuni a catena.  Causati dalla lunga assenza dai campi e non dal fatto, come qualcuno pensa erroneamente, che Murano sia fragile a livello di muscoli.  Niente di più falso considerando che negli ultimi tre anni, prima delle vicissitudini ormai note a tutti di agosto 2018, Murano ha giocato con il Grosseto e la Recanatese, poi la stagione ricca di gol a Savona e la stagione scorsa il grande torneo con la maglia del Trapani.  In un mese e mezzo Murano guarirà perfettamente e poi potrà iniziare la preparazione sul campo per lasciarsi finalmente alle spalle tutte le disavventure cominciate nel 2018 e proseguite nell’anno in corso. Insomma tanta carne a cuocere per il presidente Caiata che qualche telefonata ha già fatto e continua a fare a diversi giocatori che possono fare al caso del Potenza. Con particolare priorità per il reparto degli attaccanti. Che quando si deve costruire una squadra, sono sempre i primi a dover essere ingaggiati perché merce rara. Buone nuove, invece, arrivano dal settore giovanile del Potenza che, dopo l’accordo con l’associazione sportiva Lykos  che curerà, in esclusiva. L’attività delle squadre giovanili, ha trovato anche la figura del responsabile scelto dal presidente Caiata e dai suoi vice Fontana e Iovino. Con un anno di ritardo ritorna in seno al Potenza Pasquale Arleo. L’accordo verrà ufficializzato nei prossimi giorni e Arleo assumerà un ruolo molto importante per dare il suo contributo di conoscenze, professionalità e competenze finalizzato alla scoperta di talenti della nostra regione da far crescere nel Potenza di cui si spera e si lavorerà in questa direzione, possano diventare nel futuro elementi rappresentativi.    

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento