IL POTENZA SULLA BUONA STRADA

0

rocco sabatella

I rossoblù a Monopoli hanno iniziato a fare per intero il loro dovere e con grande concentrazione e attenzione hanno interrotto la pesante serie negativa. Non c’è che dire: i tre punti e la buonissima prestazione sono risultati una preziosa e salutare iniezione di fiducia in vista delle venti gare da giocare nel prossimo anno a cominciare da quella in programma domenica 10 gennaio al Viviani contro la Paganese. Che concluderà il girone di andata di Cianci e compagni che la settimana successiva osserveranno il loro turno di riposo. Contestualmente anche la società ha cominciato a fare il suo dovere sul fronte del rafforzamento dell’organico che sarà chiamato a fare i punti necessari per tirarsi fuori da questa pericolosa situazione di classifica. Con grande tempismo e come aveva promesso il presidente Caiata, il Potenza è particolarmente attivo sul fronte delle trattative per l’ingaggio dei quattro elementi, tre difensori e un centrocampista, che sono necessari come il pane per centrare l’obiettivo della salvezza diretta senza passare dalla lotteria dei play out. La società si sta muovendo con largo anticipo rispetto alla data d’ inizio della sessione invernale del calcio mercato che aprirà i battenti il prossimo 4 gennaio e si concluderà il primo febbraio. E questo per un’esigenza inderogabile. Ossia mettere già a disposizione di Capuano, se possibile per la ripresa degli allenamenti che avverrà sabato prossimo 2 gennaio, tutti i rinforzi di cui il Potenza ha bisogno o almeno gran parte di essi. In questo modo Capuano avrà il tempo necessario e sufficiente per inserire i nuovi nei meccanismi di gioco e averli pronti a scendere in campo contro la Paganese. Uno scontro diretto che il Potenza non può assolutamente permettersi di sbagliare per cominciare a centrare un duplice obiettivo: la continuità dei risultati e la risalita in classifica. Per intanto il primo colpo è stato portato a termine: accordo raggiunto con il centrocampista Rosario Bucolo, trentaduenne, che sabato si aggregherà ai nuovi compagni. Bucolo, un pallino del presidente Caiata che lo stava ingaggiando già un anno e mezzo fa, ha giocato in questa prima parte di stagione con l’Acireale in serie D e vanta una lunga esperienza tra i professionisti per aver militato, tra le altre, nel Catanzaro, Messina, Padova, Sicula Leonzio e soprattutto nel Catania dove è stato quattro stagioni. La settimana che è iniziata ieri sarà decisiva anche per rifare ex novo il pacchetto arretrato che è il reparto che ha più deluso  con i 29 gol incassati nelle 17 gare fin qui giocate. Si lavora per un centrale di esperienza e di grande personalità che dovrebbe essere Antonello Giosa per il cui ritorno stravedono i tifosi, il presidente Caiata e un po’ meno Capuano che pare spinga per un difensore che abbia altre caratteristiche. Una è quella di non abbassarsi troppo ma di guidare la difesa con un baricentro più alto e tenerla più vicina ai centrocampisti. Aldilà di queste digressioni di natura tattica, c’è da dire che l’esigenza prioritaria del Potenza è quella di blindare la difesa e di non essere più facilmente perforabile. E  chi meglio di Giosa può interpretare questo ruolo? Ovviamente insieme ad un altro over da scegliere tra una rosa nomi che comprende anche due ex come Simone Sales e Antonio Sepe che conoscono l’ambiente e possono rappresentare le soluzioni migliori per le esigenze rossoblù. Nella lista dei difensori Capuano spingeva per Vona del Bisceglie ma le richieste economiche dei pugliesi contrari a imbastire scambi proposti dal Potenza hanno fatto svanire questa possibile trattativa. In via di definizione c’è l’ingaggio del classe 99 Alberto Dossena, difensore dell’Avellino che arriverebbe in prestito dagli irpini con l’avallo dell’Atalanta che detiene un diritto di recompra su questo giovane che ha già ben 74 presenze tra i professionisti: 10 in serie B e 58 in C, collezionate con Perugia, Siena, Pistoiese e Alessandria. L’arrivo, quindi, di Bucolo e di tre difensori sono le operazioni prioritarie che il presidente Caiata cercherà di concludere in questa settimana prima con il perfezionamento degli accordi con i giocatori e poi con il deposito dei contratti a partire dal 4 gennaio. Il Potenza ha a disposizione altri tre posti nella lista degli over mentre non ci sono limiti per gli under. Con calma poi ci si potrà dedicare alle uscite di quegli elementi che non rientrano più nei piani tecnici del Potenza. A cominciare dal portiere Marchegiani. Ma la lista dei possibili partenti che seguiranno Boldor che ha rescisso ed è tornato in Romania sembra abbastanza nutrita.  Ma il mercato del Potenza potrebbe riservare delle sorprese anche più avanti visto che Capuano cercherà di farsi regalare dal presidente Caiata un altro paio di giovani molto interessanti che il tecnico di Pescopagano conosce molto bene. Uno è il rumeno Claudio Micovschi, nato nel 1999, jolly del fronte offensivo, 28 gare e 5 reti con Capuano all’Avellino la stagione scorsa e il centrocampista Mattia Zennaro del 2000 che ha esordito in B con il Venezia. Questi due elementi sono del Genoa per cui il presidente Caiata ha già stabilito il contatto con il presidente dei liguri Preziosi per arrivare ad un accordo. Ma Caiata non si ferma solo al Genoa, ma sta parlando con altre società come Salernitana, Lazio, Empoli che dispongono di altri elementi che possono fare al caso della sua squadra. Al momento non sono previsti arrivi in attacco ma se dovessero partire un paio di elementi, un’altra punta arriverebbe di sicuro. E le attenzioni sono puntate su Eric Lanini, scuola Juventus, classe 94, in prestito al Novara dal Parma che non avrebbe problemi a mandarlo in maglia rossoblù.  Quindi Potenza particolarmente attivo nella prossima sessione di mercato e non può essere diversamente se si vuole salvare una stagione che ha riservato fin qui molte amarezze.    FOTO DAL SITO FB DI POTENZA CALCIO OFFICIAL

Condividi

Sull' Autore

Rocco Sabatella

Rocco Sabatella...

Rispondi