LA BUONGIORNO STRACCIA LA LEGGE MADIA: CONCORSI NEL 2019

0

ll Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per la pubblica amministrazione Giulia Bongiorno, ha approvato, in esame preliminare, un disegno di legge che introduce interventi per la concretezza delle azioni delle pubbliche amministrazioni e la prevenzione dell’assenteismo. Il testo ha l’obiettivo di individuare soluzioni per garantire l’efficienza della pubblica amministrazione, il miglioramento dell’organizzazione amministrativa e l’incremento della qualità dei servizi forniti. In particolare, si prevede l’istituzione, presso il Dipartimento della funzione pubblica, del “Nucleo delle azioni concrete di miglioramento dell’efficienza amministrativa”, con il compito di procedere alle rilevazioni dello stato e delle modalità di attuazione delle disposizioni in materia di funzionamento delle P.A. e della individuazione di eventuali misure correttive. Nell’ottica dell’incremento della efficienza e della riduzione dei tempi di accesso al pubblico impiego, si prevedono, inoltre, assunzioni di personale a tempo indeterminato da parte delle amministrazioni dello Stato, delle agenzie e degli enti pubblici non economici, per una spesa pari al 100 per cento di quella relativa al personale di ruolo cessato nell’anno precedente. Il testo approvato in via preliminare, verrà trasmesso per il previsto parere al Garante per la protezione dei dati personali e alla Conferenza unificata. Tra le novità maggiori il ddl prevede la nascita del nucleo della concretezza, presso la Presidenza del consiglio, cui saranno assegnati 53 unità di personale (23 da altre Pa; gli altri 30 con concorso). Il nucleo collaborerà con l”ispettorato della funzione pubblica, per svolgere controlli sull”efficienza delle Pa e proporre eventuali misure correttive. Con decreto del ministro della Pa, di concerto con il Viminale e previo ok della conferenza unificata, verrà approvato un piano ad hoc, triennale, “delle azioni concrete per l”efficienza delle pubbliche amministrazioni”. L”obiettivo del piano è: garantire la corretta applicazione delle disposizioni in materia di organizzazione e funzionamento delle Pa e implementarne l”efficienza, con indicazione dei tempi per la loro realizzazione. Se non si attuano le misure correttive si determinano due conseguenze: la responsabilità dirigenziale e disciplinare dei dirigenti e l”iscrizione della Pa inadempiente in un”apposita “black list”, ossia un elenco pubblicato sul sito della Funzione pubblica. In materia di salario accessorio, con una norma di interpretazione autentica del dlgs 75 del 2017 (attuativo della riforma Madia) e che riguarda anche le assunzioni straordinarie dei precari delle Pa, si prevede che i limiti previsti nell”articolo 23 del dlgs (secondo cui non può superarsi, di regola, l”ammontare delle risorse determinato per il 2016) non operino nei confronti degli incrementi previsti dai ccnl successivi, o dei provvedimenti negoziali del personale in regime di diritto pubblico, all”entrata in vigore del decreto.
Presenti anche norme ad hoc sulle assunzioni, per garantire il ricambio generazionale. Si prevede, in sintesi, per le Pa, la facoltà di assumere personale dal 2019 a tempo indeterminato in misura pari al 100 % del personale cessato dal servizio nell”anno precedente, reclutando in primis figure professionali con competenze in materia di: digitalizzazione, razionalizzazione e semplificazione dei processi amministrativi, qualità dei servizi pubblici, gestione dei fondi strutturali e della capacità di investimento, contrattualistica pubblica e controllo di gestione e attività ispettiva.
Prevista anche la possibilità per le Pa di procedere in via più rapida, nel triennio 2019 – 2021, con l”effettuazione di assunzioni, mediante scorrimento di graduatorie o tramite concorsi unici, per l”80% delle facoltà assunzionali. Novità anche per gli enti locali, con una norma che farà discutere: I prefetti potranno segnalare al nucleo “eventuali irregolarità dell”amministrativa degli enti locali”, anche commissariati. Se il nucleo compie un sopralluogo in un comune o in un altro ente locale, informa la  Prefettura competente, a cui viene poi trasmesso il verbale.
L”articolo 2 del ddl stabilisce misure di contrasto all”assenteismo, per verificare l”osservanza dell”orario di lavoro. Previsto l”uso di sistemi di identificazione biometrica e di videosorveglianza “in sostituzione dei diversi sistemi di rilevazione automatica”, ora in uso. Le modalità attuative della norma sono rinviate ad un regolamento governativo, adottato previa intesa di conferenza unificata e garante della Privacy.  Previsto anche un decreto ad hoc del Miur, in materia, “per il personale docente ed educativo”.
(Public Policy)

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento