LA COLPA DI AVERE QUARANT’ANNI !!

0

Ma che colpa tengono quelli che, avendo superato i 35 anni, si trovano senza lavori, senza pensione e senza possibilità di reimpiego che non siano , soprattutto al Sud, quel sussidio di corsi di formazione che servono più ad alimentare un circuito parassitario di burocrazia  che a dare formazione vera? Mi lasciano perplesso le norme che incentivano l’autoimpiego, rivolgendosi solo alla platea dei giovanissimi ( così si possono chiamare rispetto al lavoro quelli che arrivano a 35 anni), e lasciando fuori quelli che più potrebbero beneficiarne avendo già esperienza lavorativa, conoscendo l’approccio al lavoro e ai segmenti di produzione e che magari sono determinati a prendere questo ultimo autobus che li porta verso una imprenditoria individuale o di gruppo. E magari fossero solo queste norme! Perfino gli sgravi contributivi dedicati alle aziende hanno la stessa filosofia, con il risultato che gli imprenditori preferiscono prendere i giovani perché godono dei vantaggi fiscali . Il risultato che questa legge, più un’altra legge ed un’altra ancora hanno creato delle vittime tra la platea dei 40- cinquantenni, una vera catastrofe. Eppure a pensarci bene potrebbe essere proprio questa platea di professionisti ( dirigenti, quadri e anche operai)  lasciati a piedi da aziende che si sono trasferite all’estero, oppure semplicemente lasciati a piedi perché sono un po’ più costosi degli altri  i più indicati per candidarsi all’autoimprenditorialità, con iniziative che potrebbero far bene al Sud. Se poi vogliamo parlare di convenienza ad ampliare la platea al Sud, possiamo documentarci sui tantissimi funzionari e ingegneri che, prima alle dipendende di una azienda, sono andati in Polonia, Romania e altri Paesi dell’Est a portare la loro professionalità ed a fare il salto da imprenditori. Ma indipendentemente  dal fatto che siano migliori o che ne sappiano di più, è semplicemente un fatto di giustizia sociale e di solidarietà vera verso una fascia di cittadini che ha famiglia, ha figli e ha un passato decoroso da rivendicare.  Insomma , la politica si è appropriato del termine giovani e lo maneggia come la panacea di tutta la disoccupazione italiana. Non è così. Non è affatto così! r.r.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi