La forza brutale dell’idiozia: fuori dalla Felandina e tutti sotto i ponti !!!

0
Da una parte ci sono 700 mila euro stanziati dal ministero per progetti prsentati dalla regione Basilicata per l’allestimento di forme alternative di gestione dei migranti, , dall’altra parte una azione dura di sgombero della felandina , non per passare alle nuove forme di accoglienza ma per riversarsi sulle strade o sotto i ponti. Se si vuole mettere in evidenza come nello Stato la mano destra non sappia cosa fa la mano sinistra questo sfratto crudele e intempestivo è una prova regina. Basterebbe pubblicare le dichiarazioni di soddisfazione del prefetto per i progetti approvati e che dovevano servire appunto ad eliminare lo sfruttamento dei caporali anche in siti abbandonati come la felandina per rendersi conto che questo sfratto sa tanto di politico e poco di utile e di costruttivo.  Ha ragione Simonetti, componente del comitato anticaporalato, quando afefrma che “Risulta difficile comprendere la dinamica ideata e prodotta, al netto delle scelte del Viminale, senza l’allestimento del centro di accoglienza finanziato secondo  la misura presentata nel 2017, finanziata il 3 marzo e illustrata  nell ‘incontro in Prefettura il successivo 22 marzo di quest’ anno con la totale adesione delle parti sociali e degli Enti locali. Nessun amministratore e’ stato lasciato solo, come molto frettolosamente afefrma il Sindaco di bernalda.. Qualcuno ha scelto la strada della sindrome degli sgomberi senza alternative sul proprio territorio, a differenza di quanto fatto con l’eliminazione del ghetto di Boreano nel 2016 con l’alternativa pronta.
Dopo stamani il problema permane e si estende.  Una soluzione equilibrata, di buon senso che poteva applicarsi anche alla situazione di Metaponto ma che la fretta e la voglia di farsi vedere più pronto degli altri a mettere in mezzo alla strada le persone cacciate . E la domanda che sorge a questo punto è la seguente: ma è questo che si vuole da parte delle aziende agricole della zona; o Non è questo un atto che va in direzione opposta alla necessità di utilizzare mano d’opera in una emergenza di stagione? Qualcuno ha fatto presente al Sindaco di Bernalda che si è messo a fare una fuga dalla realtà, mettendo in crisi un settore che già di per sè se la passa male, costretti a dover combattere l’arroganza della distribuzione e le condizioni capestro che vengono poste alla produzione? E a che servono i progetti finanziati dal Viminale se poi non si concede la possibilità di metterli in pratica?  Ecco che succede quando i Sindaci preferiscono il protagonismo sui giornali  al silenzio operoso dell’amministrazione. R.R.
Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento