LA LEZIONE DEL VOTO EUROPEO IN ITALIA E IN BASILICATA

0

Il clamoroso apporto regionale di Pitella al voto europeo non ha cambiato l’esito della partita per Calenda che ha perso la possibilità di mandare in Europa i suoi uomini. Stessa cosa per Renzi che in Basilicata ha raccolto consensi, risultati inutili alla fine della fiera. La elimninazione dei due raggruppamenti centristi alle europee pone il grosso problema della loro collocazione nel panorama interno italiano. Partito suscitando grandi speranze, fino a fare ipotizzare un esordio a due cifre, il patto Renzi Calenda non ha retto alle pressioni interne portate dal leader fiorentino , con la sua smania di passare ogni giorno sulla testa di qualche amico. Il risultato è che questa posizione di raccogliere voti senza una scelta di campo non porta bene e sarebbe ora che i due capissero veramente che è indispensabile tornare a giocare nel campo del centrosinistra, nel quale possono rappresentare degnamente l’ala moderata. Anche perché il velleitarismo di Conte si è dimostrato perdente nel confronto con il Pd e ora deve scegliere se diventare uno dei pilastri della coalizione o se percorrere la via dell’avventurismo politico radicale quanto improduttivo. La contrapposizione personale Meloni –Schlein ha favorito entrambi , legittimando le loro leadership rispettivamente di governo e di opposizione. Ma la Schlein tutto sommato è vincente su un punto preciso. e cioè sulla approvazione da parte dell’elettorato della scelta di rinnovare il partito, togliendo la sedia dal fondoschiena dei notabili e facendo spazio alle nuove leve. Interessante la progressiva ma costante ascesa di Alleanza Verdi Sinistra che ormai è diventato il punto di riferimento del riformismo ambientalista e di una sinistra che sa interpretare le grandi battaglie della società italiana.  Anche se in Basilicata questo partito deve darsi una regolata perchè c’è una sinistra che al momento dei fatti viene meno, come dimostra il voto su Santoro  e Ruotolo , il che spiega il risultato lucano che è al di sotto della media nazionale. C’è insomma in questo voto europeo una precisa indicazione di marcia verso un bipolarismo più maturo che possa veramente catalizzare l’interesse degli elettori. Si tratta di far tesoro della lezione secondo cui divisi si perde e che spaccare il capello in quattro per acchiappare qualche voto in più rispetto agli alleati non rende. ROCCO ROSA

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi