LA PAROLA FINE SUL CONSORZIO ASI DI POTENZA. DA GENNAIO L’ALBA E’ APIBAS

0

E’ arrivato in porto il lungo e travagliato percorso che ha portato alla liquidazione del Consorzio asi di potenza, e al trasferimento del personale che vi lavorava. Dopo il passaggio ad Aql del personale più direttamente legato agli impianti ed ai servizi che sono stati trasferiti in gestione alla società idrica, ieri si è registrato anche l’accordo con i sindacati circa il trasferimento del personale residuo alla Apibas, in tutto diciotto persone, di vari profili professionali.  L’incontro tra le parti, da un lato Apibas e Consorzio in liquidazione, rappresentati rispettivamente dal nuovo amministratore ,Luigi Vergari, e dal Dirigente del  Consorzio in liquidazione, Guido Bonifacio, è stato diretto presieduto dall’Assessore Cupparo, determinante anche nella conclusione degli accordi, che ha visto i Sindacati ( Giuseppe Verrastro per la UIL, Sabatella per la CGIL. , Setaro per la CISL) uscire soddisfatti per una serie di richieste dirette a evitare la penalizzazione dei lavoratori rispetto alle spettanze arretrate e al trattamento del TFR. Il passaggio infatti segna una cesura netta col passato per cui  l’Apibas si fa carico dei dipendenti solo a partire dal primo gennaio 2022, fermo restando l’impegno del Commissario Liquidatore del Consorzio a pagare entro marzo del 2022 le mensilità inevase oltre alle ferie non godute, e con l’impegno dello stesso a mettere il TFR tra i primi ristori conseguenti alle operazioni di liquidazione. Su questo aspetto i Sindacati hanno registrato il fattivo intervento dell’Assessore che ha consentito di concludere l’accordo. Soddisfazione è stata espressa dall’Assessore Cupparo al termine dell’incontro che mette la parola fine ad anni di vita tribolata di un ente che, da quando le competenze sono passate dallo Stato alla Regione, ha vissuto anni difficili, con ricorrenti iniezioni di interventi finanziari regionale, il totale disinteresse dello stato, la cattiva amministrazione del Consorzio e l’intervento della politica che per salvare l’industrializzazione ha finito con il penalizzare l’ente consortile. Un quarto di secolo  nel quale non passava mese senza che si affacciasse lo spettro del fallimento. Una storia finita, grazie a questo Governo che ha saputo prenderla di petto.  R.R.

 

Soddisfazione viene espressa dal segretario della Uil fpl, Giuseppe Verrastro.La nota: 

UIL FPL esprime soddisfazione per l’esito dell’incontro, tenutosi in Regione tra l’Assessore Cupparo, il Direttore Generale Sabia e le OOSS di categoria che ha definito il passaggio dei 18 lavoratori dall’ex Consorzio industriale di Potenza  alla nuova società di APIBAS. Tutte le OOSS hanno chiesto di non lasciare nessun lavoratore  per strada  per cui le parti hanno concordato che i dipendenti passeranno ad APIBAS dal 1/01/2022 con lo stesso contratto in vigore e cioè quello FICEI. E’ stata definita una  “road map” che prevede entro il 20 dicembre  le visite mediche e successivamente la firma del contratto e prima del passaggio in APIBAS saranno corrisposte la mensilità di  dicembre, la tredicesima e le ferie non godute. Le parti inoltre hanno sottoscritto un accordo scritto che prevede il pagamento delle mensilità arretrate di Aprile e Maggio 2021 e la quota di quattordicesima nel primo piano di riparto  entro il 30 marzo 2022.Nello stesso piano di riparto o in quelli immediatamente successivi sarà corrisposto il TFR procedendo in ordine cronologico in base a chi ha già maturato il diritto. La UIL FPL da atto all’Assessore Cupparo ed al nuovo Amministratore, Dr. Luigi Vergari  di aver mantenuto gli impegni garantendo tutti i livelli occupazionali (in precedenza 9 lavoratori sono già stati riassorbiti da Acquedotto Lucano) ed il pagamento delle mensilità arretrate. Il metodo della condivisione e delle sinergie tra le parti ha permesso di mettere la parola fine a questa vertenza annosa e difficile. L’auspicio è che l’ APIBAS possa essere una opportunità per il rilancio delle politiche industriali in Basilicata e dalle rassicurazioni che ci sono state date c’è da credere che il risultato possa essere raggiunto.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi