IL PIANO PAESAGGISTICO, PER DIRE BASTA AGLI ABUSI

0

E adesso il Governo regionale aggredisce il nodo gordiano del Piano Paesaggistico regionale, lo strumento principe per la salvaguardia del territorio e il vero argine contro intenti devastatori . Quanto sia costata la sua assenza è sotto gli occhi di tutti , al punto che , non fosse stata per qualche protesta popolare più vigorosa del solito, avrebbero messo alcune pale eoliche perfino sui Sassi. Non parliamo degli inceneritori in piena zona del Vulture, la terra vergine dal punto di vista agroalimentare e che si è vista catapultare insediamenti che con l’agroalimentare facevano a pugni. pietrantuono-2-250x194Tutto questo potrebbe appartenere al passato se Pittella decidesse, come sembra, di prendere veramente di petto la redazione del piano Paesaggistico e portare a termine nel suo mandato il risultato. Altrimenti c’è il rischio che  lo strumento di pianificazione territoriale per eccellenza torni un’altra volta a mangiare la polvere dagli scaffali degli uffici. Da quello che sembra emergere è che la gara per la scelta dei professionisti che dovranno supportare tecnicamente il piano si deve fare entro gennaio 2017 e che però non si partirebbe da zero, nel senso che si sta già avviando a conclusione l’enorme fase di ricognizione e di rappresentazione su base cartografica dei beni da tutelare, delle zone da salvaguardare , le aree vincolate, le zone Sic ecc,  la già esistente carta del rischio geologico) presto il lavoro sarà finito e verrà sottoposto alla valutazione dell’apposito comitato Stato-Regioni per la validazione del percorso fatto. Giustamente soddisfatto l’assessore Francesco Pietrantuono per questa forte accelerazione data alla questione, segno- dice- di quella politica del fare della giunta Pittella che mira a coniugare sviluppo e difesa dell’ambiente in maniera trasparente e condivisa. E’ anche questo un segno che finalmente si cerca di prendere le distanze dall’economia dell’oro nero ( che di nero non ha avuto solo l’olio) e di incominciare a fare quadrato intorno a quelle che si stanno dimostrando le vere risorse di questa Basilicata, un’agricoltura che diventa sempre meno sostentamento e sempre più impresa, un ambiente che è diversificato e ricco di sorprese, un habitat complessivo che piace al turismo, una industria pulita e di nuova generazione, una green economy . Solo tre anni fa erano chiacchiere da politicanti, ora sono una constatazione di fatto. Insomma c’è un’altra strada per lo sviluppo che non passa attraverso lo sfruttamento coloniale dei territori.

 

 

 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento