LA QUALIFICAZIONE SI DECIDERA’ SUL CAMPO DELLA VIBONESE

0

rocco sabatella

 

In fase di presentazione della prima gara della poule scudetto con il Rieti, ci eravamo chiesti se i rossoblù di Ragno sarebbero stati capaci di trovare delle motivazioni importanti per affrontare nel migliore dei modi i laziali di Carmine Parlato. Considerato che si aveva di fronte un avversario con numeri statistici uguali a quelli della squadra lucana, si può tranquillamente dire che i giocatori del Potenza sono scesi in campo con il piglio giusto e con l’intenzione di fare una gara importante. Probabilmente maggiori motivazioni per i rossoblù sono arrivate dall’espulsione, dopo soli 9 minuti, di Panico per fallo da ultimo uomo su una ripartenza del Rieti. La squadra, dopo essere stata ridisegnata da Ragno con l’ingresso in campo di Coccia al posto di Di Senso, ha messo in campo grande attenzione, è stata unita a livello tattico e poco ha concesso al Rieti che intravedeva la possibilità di sfruttare l’uomo in più. I laziali hanno avuto dalla loro parte il possesso palla ma non sono riusciti a creare tantissimo in fase offensiva se si eccettua un tiro da pochi passi di Scotto vanificato dal prodigioso intervento di Breza e da un altro tiro di Giunta fuori. Questo per gli esclusivi meriti dei rossoblù che non volevano assolutamente perdere e anzi con le ripartenze cercavano di mettere apprensione ai laziali. Si è trattato comunque di partita vera, combattuta, anche di elevato agonismo su tutti e due i fronti. Sulla  stessa falsariga si è giocata la ripresa con la volontà del Rieti di accelerare e pervenire al vantaggio. Ma il Potenza non si è lasciato intimorire e ha trovato gioco facile a non concedere niente anche perché i laziali hanno insistito molto sul tenere palla ma giocando troppo in orizzontale e sfruttando poco le verticalizzazioni. Per cui non sono arrivate grandi occasioni se non una parte: una traversa di Giunta per i laziali e al novantesimo la grande occasione per il Potenza con Franca che, servito in area da Guadalupi, ha sprecato con un tiro in diagonale graziando il portiere del Rieti. Alla fine giusto il pareggio che lascia intatte le possibilità di qualificazione del Potenza che però domenica prossima, sul campo della Vibonese che ha vinto lo spareggio con il Troina dopo i calci di rigore approdando in serie C, dovrà ovviamente puntare alla vittoria se vuole andare a disputare la fase conclusiva della poule scudetto con le semifinali e finale che si giocheranno il 31 maggio e il 2 giugno a Rimini. E siamo sicuri che un altro piccolo sforzo Ragno chiederà ai suoi ragazzi per cercare di chiudere la stagione nella maniera migliore. Dopo la partita con il Rieti si è svolta la premiazione di tutti in protagonisti della vittoria del campionato, la consegna della coppa alla società rossoblù da parte della Lega Nazionale Dilettanti e dulcis in fundo il pallone d’oro al bomber Franca votato come migliore giocatore della serie D. Per i programmi futuri bisognerà aspettare la conclusione della poule scudetto anche se ieri il presidente Caiata ha di nuovo confermato che si va verso la riconferma di Ragno sulla panchina del Potenza.

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento