LE CICLOVIE CHE INTERESSANO LA BASILICATA

0

Lo sviluppo di un sistema di ciclovie nazionali sicure e di qualità è tra gli obiettivi che il MIT intende perseguire, in quanto strumento per l’accessibilità e, al contempo, elemento per fruire della bellezza del territorio nazionale. Il sistema delle ciclovie turistiche nazionali è stato inserito nella Legge di Bilancio 2016 (Legge n. 208 del 28 dicembre 2015), dove sono stati definiti i primi 4 interventi prioritari da realizzare, in accordo con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, per la progettazione e realizzazione di un sistema di ciclovie turistiche nazionali, di ciclostazioni, e di interventi concernenti la sicurezza della mobilità ciclistica in ambito urbano. In totale sono stati stanziati tramite le Leggi di Bilancio 2016 e 2017, 174 milioni di euro fino al 2019 e 200 milioni di euro (40 milioni annui) dal 2020 al 2024 per interventi a sostegno della mobilità ciclistica.
Inoltre, nel dicembre 2016, sono state stanziate dal MIT – attraverso il Decreto n.481 del 29 dicembre 2016 – risorse pari a 12,34 milioni di euro da destinare al cofinanziamento di interventi per lo sviluppo e la messa in sicurezza di itinerari e percorsi ciclabili-pedonali nelle aree urbane e per le ciclovie turistiche.
Infine, il Ministero ha deciso di intervenire non solo sugli aspetti e programmatici ed economici, ma anche sugli indirizzi progettuali collegati realizzazione di una ciclovia. Infatti, con Decreto  inisteriale n. 85 del 14 marzo 2017 è stato costituito presso la Direzione Generale per le strade e le autostrade
e per la vigilanza e la sicurezza nelle infrastrutture stradali un gruppo di lavoro finalizzato a definire gli standard e i requisiti minimi che le ciclovie devono possedere su tutto il territorio nazionale,  ornendo quindi un supporto tecnico di riferimento agli Enti che dovranno realizzarle.
I progetti in fase di attuazione/progetazione
Le prime 4 ciclovie di interesse prioritario sono state individuate, in accordo con la rete ciclabile EuroVelo, (itinerari 5, 7 e 8) e tenendo conto dei suggerimenti di piani già redatti da associazioni e enti locali. Il 27 luglio 2016 con la firma dei primi 3 Protocolli di intesa tra Ministro delle  nfrastrutture e dei Trasporti, del Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo (MIBACT) e
dei rappresentanti delle 8 Regioni coinvolte, è stato ufficialmente varato il sistema delle ciclovie turistiche nazionali.
I 3 protocolli d’intesa riguardano la progettazione e la realizzazione delle seguenti ciclovie,:
“Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese” da Caposele (AV) a Santa Maria di Leuca (LE), siglato tra MIT, MIBACT e Regioni Campania, Basilicata e Puglia, lunga circa 500 km e ricadente nel tracciato previsto dal percorso 11 Bicitalia (Ciclovia dell’Appennino); il tracciato non è esattamente riconducibile alla ciclovia Eurovelo 5 (Ciclovia Romea Francigena), ma ne riprende la logica in
merito alle regioni attraversate (Campania, Basilicata, Puglia);  “Ciclovia del Sole” da Verona (VR) a Firenze (FI) siglato tra MIT, MIBACT e Regioni Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Toscana, lunga circa 668 km (inizialmente di 300 km) e che fa parte del tratto italiano della Eurovelo 7 (Ciclovia del Sole); “Ciclovia Ven-To” da Venezia (VE) a Torino (TO), siglato tra MIT, MIBACT e Regioni Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte, lunga 680 km e che fa parte del tratto italiano della Eurovelo 8 (Ciclovia del Mediterraneo).
Il 21 settembre 2016 è stato inoltre siglato un ulteriore protocollo di intesa tra MIT, MIBACT e Comune di Roma che, in materia di sviluppo e sostegno alla ciclomobilità ed al turismo sostenibile in ambito urbano e metropolitano, prevede la realizzazione all’interno dell’area urbana di Roma, del GRAB (“Grande Raccordo Anulare delle Biciclette”), ciclovia di circa 45 km presente tra le 4 opere di
interesse prioritario della Legge di Bilancio 2016.
Un ulteriore tassello allo sviluppo del sistema ciclabile nazionale è infine rappresentato dall’annunciato ingresso nel sistema (febbraio 2017) dell’anello ciclabile del Garda, di circa 140 km e compreso tra Lombardia, Trentino e Veneto, ritenuto di preminente interesse nazionale per la valenza turistica internazionale e la ricaduta economica sul territorio.
Infine, sono in fase di progettazione i seguenti ulteriori 4 progetti di ciclovie:
 Ciclovia Sarda
Ciclovia Magna Grecia
 Ciclovia Tirrenica
 Ciclovia Adriatica
 Ciclovia Trieste – Venezia

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento