LE NOMINE IN SANITA’? LA FINESTRA SI CHIUDE IN SETTIMANA

0

Teoricamente le nomine nei nuovi enti fino al giorno 16 si possono fare. Alcune di queste sono state già rinnovate nei mesi scorsi, ma mancano all’appello le gestioni commissariali  della sanità, alcune delle quali tanto clamore hanno prodotto per la forzatura operata dalla Giunta di ignorare la condizione di iscrizione al registro dei manager sanitari. Dal giorno 17 stop ad ogni tipo di attività che non sia quella di ordinaria amministrazione, sia della giunta che del Consiglio regionale. La “ prorogatio”, come si definisce in termini giuridici il periodo di passaggio da una legislatura all’altra, è un istituto che serve ad evitare la interruzione del funzionamento delle istituzioni elettive, consentendone la prosecuzione in termini limitati. In questa prosecuzione ci sono atti di emergenza, atti indifferibili o il cui differimento può nuocere all’amministrazione, e atti obbligati perchè necessari ed urgenti , dovuti o costituzionalmente indifferibili. Tra questi atti indifferibili, c’è proprio la convocazione del corpo elettorale, giacchè, dice la legge appena approvata, le elezioni dei nuovi consigli hanno luogo non oltre i sessanta giorni successivi al termine del quinquennio o nella domenica compresa nei sei giorni ulteriori. Da qui l’indicazione del 13 gennaio o del 20. Eventuali spostamenti di data sono di competenza del Governo, tramite il Ministero dell’interno, ove questi volesse accorpare più date per motivi economici o per sopravvenute esigenze di carattere interno o internazionale.  Tornando alla questione delle  nomine ( il cui colloquio finale per la selezione è improvvisamente slittato), se fatte dopo il 17, diventano contestabili dal punto di vista politico e giuridico, perchè non si tratterebbe di  attività ordinaria. Né sarebbero consigliabili, visto che Salvini ha stabilito il nuovo principio destrinato a fare scuola : se non mi piace lo caccio comunque. Del resto non è di poco conto l’avvertimento lanciato da alcuni esponenti dell’attuale opposizione: la Giunta si astenga dal fare le nomine perchè in questo momento e in questa situazione non sarebbe eticamente corretto. Il problema è che questa prassi di nominare gli alti burocrati un minuto prima di andarsene non è cominciata da poco, ma da anni. Cambiano i ruoli e cambiano i punti di vista. r.r.

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento