LE VIE DELLA TRANSUMANZA. IL 22 FIRMA PROTOCOLLO FRA LE REGIONI

0
Assemblea plenaria della Conferenza dei Presidenti dei Consigli regionali a Roma, presieduta dalla Presidente Rosetta D’Amelio. Al termine dei lavori i Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Campania e Molise hanno discusso e condiviso un protocollo d’intesa sulle vie della Transumanza e sulla rete dei Tratturi, che riguarda anche le Regioni Lazio e Puglia e che sarà firmato il prossimo 22 giugno a L’Aquila. Si tratta di una iniziativa importante per lo sviluppo economico che i Tratturi e la Transumanza sono in grado di generare negli ambiti del Turismo, della Cultura e della tutela e salvaguardia del territorio. Come si sa il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha presentato la candidatura transnazionale de “La Transumanza” come patrimonio culturale immateriale dell’umanità Unesco. La candidatura è stata avanzata dall’Italia come capofila insieme alla Grecia e all’Austria. La transumanza quale elemento culturale, dal forte contenuto identitario, ha saputo nei secoli creare forti legami sociali e culturali tra praticanti e i centri abitati da essi attraversati, nonché rappresentare un’attività economica sostenibile caratterizzata da un rapporto peculiare tra uomo e natura, influenzando con la sua carica simbolica tutti i campi dell’arte. La transumanza è ancora oggi praticata sia nel Centro e Sud Italia, dove sono localizzati i Regi tratturi, partendo da Amatrice (nella cui piazza principale si svolgeva storicamente la grande festa dei pastori transumanti) e Ceccano nel Lazio ad Aversa degli Abruzzi e Pescocostanzo in Abruzzo, da Frosolone in Molise al Gargano in Puglia. Pastori transumanti sono ancora in attività anche nell’area alpina, in particolare in Lombardia e nel Val Senales in Alto Adige.  ( IN COPERTINA, LA STUPENDA IMMAGINE SCATTATA DA ROCCO GIORGIO)

Share.

Sull'Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento