LIDI INCENDIATI: SOLIDARIETA’ TANTA, INIZIATIVE NESSUNA

0

Solidarietà a piene mani per gli imprenditori dei lidi dela fascia jonica danneggiati da attività malavitose, ma governanti a mani vuote per quanto riguarda ristori, risarcimenti e azioni da mettere in campo. Lo dice un pò brutlmente il consigliere Luca Braia di I.V., per il il quale i proprietari dei lidi  incendiati  si sentono violentati due volte, impegni sono stati presi e non mantenuti, risorse non ne sono arrivate. Intanto hanno dovuto reinvestire per ricominciare senza perdere una stagione turistica che si sta rivelando, tra l’altro, anche fallimentare. Non un riconoscimento o un ristoro, ma neanche un incontro per cercare una soluzione possibile. Hanno fatto nuovi debiti per prestiti da amici e con le banche. Un aiuto poteva servire ad affrontare la stagione e rimettere in piedi le attività che sono state distrutte, quando erano pronte per iniziare a produrre. Rimpalli di responsabili, un solo incontro fatto a Potenza con l’assessore Merra che li ha rimandati a Sviluppo Basilicata, senza sortire alcun esito e poi il silenzio assoluto. Appare inconcepibile-dice– che non si possa studiare una formula di legge che affidi alle associazioni anti usura, ad esempio, le somme con cui  consentire alle imprese balneari colpite di ricominciare da subito. La nostra proposta è praticabile, oppure si pensi direttamente a un fondo di ristoro. In ogni caso, oggi l’assenza del Governo regionale sta solo facendo il gioco della malavita. SI impedisce a chi vuole lavorare di farlo, si impedisce di rialzare la testa e recuperare la dignità persa. Si attesta che l’istituzione, purtroppo, rimane fuori”. Il riferimento, per Braia, è al notevole ritardo con il quale il Presidente del Consiglio Cicala, dopo diverse sollecitazioni, ha insediato il 20 luglio scorso, i due osservatori sul contrasto della criminalità organizzata e la promozione della legalità, l’Osservatorio regionale per la valorizzazione di beni ed aziende sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata e l’Osservatorio regionale sulla legalità e sulla criminalità organizzata di stampo mafioso, istituiti ai sensi delle leggi regionali del 6 ottobre 2021, n.41 e e n. 42. Per ora siamo alla retorica della legalità. Ora si vada oltre e si agisca per il suo ripristino, piuttosto, a Scanzano come ovunque sul nostro territorio”.

in copertina Bardi nell’incontro con gli imprenditori presi di mira dalla criminalita’ organizzata

 

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi