LO SCERIFFO GALELLA E’ DISARMATO

0

L’assessore Galella ha dovuto prendere atto che in una città dove uno pulisce e dieci sporcano non si può andare avanti senza nuove regole e senza che qualcuno le faccia rispettare. La teoria del vetro rotto che il Sindaco sceriffo per antonomasia, Rudolph Giuliani, ha fatto proprio come modello di comportamento ( secondo cui se incominci a tollerare un abuso piccolo finirai con l’autorizzare gli abusi grandi) a Potenza non la si può nemmeno immaginare per via della poca disponibilità di uomini nella prevenzione e nella repressione dei reati ambientali. Diciamo la verità: la Polizia municipale non ha mai preso seriamente il tema e lo ha sempre considerato alla stregua di tanti altri compiti che il Corpo è costretto a svolgere, per cui quando sparti ricchezza ti trovi in povertà. Eppure se l’Amministrazione municipale vuole continuare nel percorso di pulizia della città, (intrapreso mirabilmente dall’ex assessore Coviello), rendendola aggraziata e linda, una organizzazione specifica per questo settore se la deve dare, moltiplicando le pattuglie e portando a casa i risultati almeno statisticamente avvicinabili a quelli che in molte città del nord  hanno raggiunto.  Ci sono due azioni di mettere in atto: la prima è costringere i privati per ogni pezzo di suolo, per ogni ringhiera, per ogni facciata che cade a pezzi, a rispettare il decoro  cittadino, la seconda di responsabilizzare i cittadini virtuosi a organizzare le cose anche epr gli altri. Qui non penso ai farraginosi ,pletorici e inutili comitati di quartiere ma a sentinelle di via, cioè associazioni di cittadini che decidono di impegnarsi per rendere più vivibile una strada e per migliorarne il decoro, anche attraverso un impegno personale. Queste non solo aiuterebbero a capire da quale parte arrivano i comportamenti sbagliati e menefreghisti, ma sarebbero in grado di dare consigli su come migliorare le cose, gradino dopo gradino. Infine, occorre aprire subito i centri di raccolta ( uno è già ultimato sotto il viadotto complesso) per lo smaltimento dei rifiuti ingombranti o speciali, oppure per il conferimento obbligatorio di quei rifiuti che non trovano capienza nei bidoni stradali. Cioè vietare il deposito a terra dei rifiuti quando li si trova pieni , con l’obbligo di portarli al centro di raccolta. Questo ovviamente dopo aver risolto il problema di una giusta quantità di contenitori in alcune aree periferiche e popolose. R.R.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento