L’ONDA LETALE DEI SOCIAL

0

Con i nuovi motori social, l’ascensore del consenso politico in Italia sale e scende alla velocità di quelli in uso nei grattacieli di Manhattan, in un attimo sei al 37 piano e in un attimo ritorni al piano sottoterra. Lo ha sperimentato Renzi quando ha premuto il tasto sbagliato della riforma costituzionale facendo scattare l’allarme in tutto lo schieramento politico, lo ha sperimentato Salvini quando dalla spiaggia ha dato lo sfratto a Conte, senza sapere che il pugliese di Foggia aveva già consolidato il suo contratto a Palazzo Chigi. L’epilogo di questa vicenda salviniana è però meno dignitosa di quella che ha riguardato Renzi, mostrando   un personaggio tanto sbruffone quanto cacasotto, prima arrogante poi mendicante, forte con i deboli e  debole con i forti,  insomma il classico bulletto che si permette tutto ma che corre da mammà al primo schiaffo ricevuto.  Se Conte mantiene l’impegno a mandarlo via, la Lega entra in crisi profonda, con Zaia, Fontana , Maroni e Giorgetti pronti a presentargli il conto di una operazione che ha annullato in un sol colpo tutto il reddito accumulato  nei mesi di governo. I più incazzati, e non poteva essere diversamente, sono i presidenti delle regioni che erano lì lì per portare a casa un risultato clamoroso che avrebbe cambiato la storia del Nord e invece si vedono costretti a ricominciare daccapo in una cornice politico-istituzionale completamente diversa e orientata a tenere unito il Paese.  Le due vicende però , quella di Renzi e quella di Salvini, mettono in evidenza la fragilità di un sistema politico personalizzato sul leader, sul capo solo al comando e sulle decisioni che non passano attraverso organi collegiali ma avvengono in una stretta cerchia di amici. Questo sistema è in crisi perchè non prende voti sui fatti ma sugli annunci, sulle promesse, sui sogni che uno distribuisce: ed è tutto un gioco virtuale destinato a sgonfiarsi come un pallone alla prima puntura di spillo . Viceversa esce vincente la mediazione, il confronto, la paziente ricerca di soluzioni che il presidente Conte ha messo in campo e che gli ha consentito una vittoria strepitosa , salendo nei sondaggi come uno dei migliori capi di governo di questo Paese.  Quando si capirà che è meglio il diesel dei partiti che la super dei protagonismi individuali attraverso uno smodato uso dei social, allora forse qualcuno metterà mano alla pietra d’angolo di una democrazia , che è una attesa legge sui meccanismi di formazione della volontà politica e i di rappresentanza democratica della stessa. Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento