L’ORGANICO DEL POTENZA QUASI COMPLETATO

0

rocco sabatella

Con l’arrivo, ufficializzato nella giornata di ieri l’altro con il consueto selfie del presidente Caiata, dell’esterno basso Simone Sales, classe 88, una carriera spesa completamente in serie C dove ha collezionato oltre 230 presenze passando anche per società importanti come Cremonese, Lecce e Venezia e quello della settimana scorsa del portiere Raffaele Ioime, l’organico a disposizione di Nicola Ragno si può ormai definire quasi completato e pronto per il campionato. Ma il presidente Caiata non la pensa in questo modo visto che il suo desiderio è quello di aggiungere la classica ciliegina  alla torta intesa come squadra. Ciliegina che assume le sembianze di un attaccante di valore. Da ingaggiare entro le ore 12 di sabato prossimo quando si chiuderà il mercato della serie C. Ormai è arcinoto, il pallino del presidente si chiama Jacopo Murano, attaccante potentino reduce dall’ottima stagione con la maglia del Trapani e che è stato sul punto di diventare un giocatore del Catanzaro circa un mese fa. Era tutto fatto con la società calabrese per un contratto biennale a cifre importanti e c’era l’intesa anche con la Spal per un prestito oneroso. Ma le visite mediche, prima che la società calabrese depositasse il contratto, hanno evidenziato un problema fisico  per Murano che è stato costretto ad interrompere la preparazione per sottoporsi a cure mediche per superare il problema.  Il Catanzaro non ha ancora depositato il contratto e pare che le sue esigenze vadano in altre direzioni che non sono quelle di aspettare che la punta di proprietà della Spal risolva i suoi problemi. Tanto è vero che i dirigenti calabresi e l’allenatore Auteri stanno valutando la possibilità di tenersi in rosa un altro attaccante lucano che era sul mercato e che comunque ha svolto tutta la preparazione agli ordini di Auteri che lo aveva avuto alle sue dipendenze già a Matera. Di conseguenza in questo momento Murano è a tutti gli effetti un giocatore della Spal e quindi è ancora sul mercato. Il presidente Caiata, che con Murano non ha mai interrotto i contatti, non vuole farsi sfuggire l’occasione che gli si è presentata e farà il possibile ma anche l’impossibile per chiudere l’accordo con Murano. La tenacia del presidente del Potenza nel rincorrere i suoi obiettivi, un po’ come successo nell’agosto dello scorso anno con Franca, oltre ad una stima incondizionata delle qualità di Murano, certamente non saranno sfuggite al bomber potentino che pare stia valutando positivamente la possibilità di tornare a giocare con la maglia rossoblù dopo il campionato di Eccellenza di cinque anni fa condito da una quarantina di reti. Non sarebbe un problema nemmeno trovare l’accordo con la Spal che vedrebbe di buon occhio anche la possibilità di una rescissione consensuale del contratto. In questo caso il Potenza avrebbe la via spianata per chiudere l’accordo con Murano. Tra l’altro la società rossoblù non fa una questione di tempi per il recupero fisico del giocatore essendo intenzionata ad aspettare tutto il tempo necessario per permettere a Murano di superare il problema fisico. Ma è anche chiaro che i tempi sono ristretti, ci sono tre giorni e mezzo ancora di mercato,  per cui l’operazione Murano va impostata e conclusa a stretto giro di posta, Conoscendo il modo di fare del presidente Caiata quando si mette in testa una cosa, possiamo permetterci una dose elevata di ottimismo sulla felice conclusione della trattativa. Con il probabile arrivo di Murano e con la squadra ormai a disposizione di Ragno, in quale fascia si potrebbe inserire il Potenza  per il prossimo campionato di serie C? E’ un discorso che in questo momento si può solo ipotizzare di massima visto che non conosciamo ancora la composizione dei gironi di C per le note vicende che stanno ritardando l’inizio dei campionati. Anche se sappiamo benissimo che il Potenza farà parte del girone C con tutte le squadre che orbitano nel sud d’Italia. Se il Catania non fosse ripescato in  serie B, allora la pole position per la vittoria finale toccherebbe senza ombra di dubbio agli etnei allenati da Sottil.  Subito dopo, nella griglia delle favorite, un posto di diritto tocca al Catanzaro di Auteri e alla Casertana che, al collaudato gruppo che molto bene si è comportato nella stagione scorsa, ha aggiunto tre pezzi da novanta che provengono dalla serie B dove sono stati assoluti protagonisti: l’attaccante Castaldo e il centrocampista difensore D’Angelo svincolati dal radiato Avellino e il trequartista Zito proveniente dalla Salernitana e che è stato anche nei pensieri del Potenza. Immediatamente a ridosso di queste squadre ed un gradino più sotto non fosse altro per il fatto che si tratta di una matricola, va posizionato senz’altro il Potenza che può rappresentare la mina vagante del girone C. Un Potenza  ambizioso come il suo presidente che ha messo a disposizione di Ragno una rosa molto ben assortita in ogni reparto e con elementi che la serie C  la conoscono davvero molto bene. Oltre ad un manipolo di giovani molto validi che vogliono sfruttare l’occasione che si trovano davanti. Ci può essere l’incognita dell’allenatore Ragno alla prima esperienza  in un campionato professionistico. Ma il tecnico molfettese è molto motivato e determinato a fare bene in un ambiente che conosce e che lo apprezza per quanto fatto l’anno scorso e che ha dimostrato anche una buona conoscenza   della serie C visto che molti dei giocatori che allena sono stati scelti da lui. Le amichevoli precampionato, oltre alla gara ufficiale di coppa Italia vinta a tavolino con il Matera, hanno messo in mostra una squadra in continua crescita fisica, tecnica e tattica e che è stata già promossa a pieni voti dai tifosi che hanno dato fiducia all’operato del presidente Caiata sottoscrivendo un buon numero di abbonamenti. Se poi arrivasse, come sembra anche Murano, allora le quotazioni della matricola rossoblù potrebbero schizzare verso l’alto. Con il bomber nativo del capoluogo che andrebbe a comporre davvero un attacco super nel quale già funzionano bene Franca e Genchi e grandi cose si aspettano dal giovanissimo gambiano Gassama. Non potrà causare problemi, lo ha ripetuto tante volte Ragno, il ritardato avvio del campionato  e l’infinita attesa per le gare ufficiali. Senza battere ciglio Ragno e i suoi collaboratori dello staff tecnico, continuano a lavorare con grande impegno per presentare al via del campionato previsto per il 15 settembre una formazione davvero molto pronta sia sotto l’aspetto fisico che nell’organizzazione tattica sul campo. Con i numerosi test amichevoli che vengono organizzati per avere l’idea precisa del grado di preparazione raggiunta. Anche Ragno sembra molto soddisfatto delle risposte che ha avuto dal campo e gli innesti di Sales in difesa e quello probabile di Murano lo rendono abbastanza tranquillo e cosciente del grande lavoro fatto dalla società nella costruzione della rosa. Quindi nel giorne C le squadre che abbiamo menzionato    sembrano le meglio attrezzate e quindi potenzialmente in grado di stupire. Per il resto della truppa del girone C detto che Monopoli e Virtus Francavilla sono realtà che, con un occhio al bilancio, vogliono rischiare il meno possibile e quindi sono accreditate di un ottimo torneo, come anche la Sicula Leonzio,  un discorso a parte merita la Juve Stabia che ha cambiato proprietà e che sembra voler fare le cose in grande. I migliori della scorsa stagione confermati e il lavoro sul mercato dei dirigenti non ancora terminato ci danno la possibilità di rinviare il giudizio alla fine del mercato. Tutte le altre formazioni, a cominciare da una grande come il Trapani, si trovano ad affrontare problematiche abbastanza importanti sotto l’aspetto economico e sembrano puntare ad organici imbottiti di giovani e con l’obiettivo di conservare la categoria, in attesa di tempi migliori. Ritornando al Potenza da dire che domani i rossoblù sono impegnati in amichevole sul campo del Team Altamura e che da oggi il nuovo acquisto Sales si unirà ai compagni. Ufficializzato anche il calendario della seconda e terza giornata della coppa Italia. Domenica si gioca o meglio si dovrebbe giocare Bisceglie-Matera con il Potenza che riposa e mercoledi 29 agosto, ultima giornata del triangolare,  i rossoblù di Ragno ospiteranno il Bisceglie che si trova in serie C portata proprio dall’attuale tecnico del Potenza. E con questa sfida finiscono anche le partite ufficiali prima dell’inizio del campionato per il quale ci vorranno altri 15 giorni. Periodo nel quale, giocoforza, si va alla ricerca di avversari da affrontare. Come si è alla ricerca di un stadio dove giocare la partita interna con il Bisceglie, stante l’indisponibilità del Viviani dove continuano spediti i lavori di messa a norma dello stadio potentino.    

   
 
   
Condividi

Sull' Autore

Rocco Sabatella

Rocco Sabatella...

Lascia un Commento