MELFI,PISTICCI, LAURIA: VA IN ONDA L’IMMOBILISMO DELLA POLITICA

0

L’immobilismo delle debolezze,potremmo definire questa fase che precede l’avvio della campagna elettorale dei Comuni lucani. Si vorrebbe fare,ma non si sa da dove cominciare sia perchè a Roma sono in confusione sia perchè  nei Comuni interessati  non c’è uno straccio di idea su come muoversi in maniera più organizzata.- Dove per organizzazione significa il tentativo di guardare al turno elettorale in maniera più larga rispetto alla dimensione comunale e provare a darsi un assetto di schieramento che travalichi  la vecchia categoria del civismo come maschera dietro cui celare identità obsolete. E’ un fatto che la strategia di viaggiare uniti tra Pd e cinque stelle, col corredo delle formazioni  minori del centrosinistra, è stata rimandata a tempi migliori,almeno come schieramento unitario di partenza. Si potrà forse pensare ad andare insieme al secondo turno, in quei Comuni che lo consentono dal punto di vista demografico, ma neanche su questo si è riusciti, in Basilicata, a stringere un accordo. Anche perchè , se nel Pd c’è formalmente un Commissario che potrebbe parlare per tutti,nei cinque stelle non si sa con chi affrontare il problema visto che mai come adesso uno vale uno e chi ha tentato di parlare a nome di  tutti, cercando un minimo di condivisione, è stato smentito il girono dopo.  Un minimo di lungimiranza dovrebbe consigliare di programmare un percorso comune almeno per i Comuni maggiori, Pisticci, Melfi e Lauria, come segnale di un strategia che è la sola in grado di contrastare con una certa probabilità di successo ,lo strapotere della destra che, disunito all’interno, è da dieci anni unito verso l’esterno e colpisce che è una meraviglia. Invece, la Verri è si è già ricandidata a Pisticci, con una mossa che significa “venitemi appresso” se volete l’alleanza. Così che il Pd si trova a dover scegliere tra candidati già collaudati ( il sempiterno Di Trana, o Badursi e qualche nome nuovo che potrebbe sfondare se solo alle spalle avrebbe un partito capace di uscire dai personalismi e puntare sulla novità di un giovane. La prima scelta, di ritorno all’antico, sembra perdente, la seconda opzione, chiama in causa l’incapacità di questo partito di rinnovarsi e di sperimentare nuovi volti. A parti invertite la situazione di Melfi, dove Luigi Simonetti potrebbe rappresentare una candidatura vincente se solo i cinquestelle   guardassero al di là del proprio naso e offrissero quella prova di buona volontà che prepara il terreno per una alleanza organica. Invece Giorgetti non ne vuole sapere e la divisione rilancia candidature di destra come quella di Navazio . In conclusione  non siamo ancora alla fase reattiva rispetto al dilagare del centro destra e anche se questo non esce esaltato dalle esperienze sinora fatte, i fatti ad ora dicono che non si vede un rosso di sera all’orizzonte del centrosinistra. Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi