“MONTEREALE NEL CUORE” SI MOBILITA PER RESTAURARE LA FONTANA ABBANDONATA

0

Giovanni Benedetto

La neo associazione di promozione sociale ” Montereale nel cuore”  è entrata subito in azione per dare concretezza alla risoluzione di alcuni problemi che riguardano la funzionalità del Parco di montereale, il polmone verde della città e ha deciso di partire dal ripristino della fontana da anni abbandonata al centro del parco.
Dove non arriva il pubblico arriva l’associazionismo per restituire alla città quei simboli che ciascuno di noi porta dentro dall’infanzia.
Dalla voce di Marina Pecoriello, presidente dell’associazione, ascoltiamo le motivazioni dell’iniziativa:

“partiamo dal ripristino di  un simbolo  per la nostra città: la Fontana del Parco di Montereale, deturpata, scrostata, con impianto di illuminazione che non funziona da anni, ha assunto l’aspetto di un rudere” .

” Il nostro intento è  di farla rivivere rimettendola in funzione. Questo lo possiamo fare solo se riusciamo insieme a raggiungere la somma richiestaci per lavori in economia” Iniziamo da qui,per dare l’esempio di una mobilitazione contro il decadimento di un luogo simbolo, con la speranza che l’Amministrazione possa intervenire per la sistemazione e la cura del Parco.

Carmen Stella Brienza è la vicepresidente dell’associazione, molto determinata e fiduciosa di portare a termine il progetto, aggiunge:

” Vogliamo intervenire perché il comune anche negli anni scorsi ha fatto qualche cosa ma si è trattato solo della pulizia sommaria, noi vorremmo, se riusciamo, ripristinare l’impianto di illuminazione che non funziona da circa 30 anni, rifare l’impianto idrico ridotto molto male e dare una ripulita ai marmi”.

“Vogliamo intervenire su un bene comunale che in primis è un bene dei cittadini. Il comune più volte sollecitato ci ha sempre rassicurato sulla fattibilità di un ripristino almeno dell’illuminazione molto carente, ma sono anni e non si vede la luce”.

“Abbiamo deciso di intervenire prima sulla fontana, se riusciremo nel nostro intento, il prossimo intervento sarà sul monumento ai caduti che sta cadendo a pezzi.
Proseguiremo in collaborazione con il liceo artistico Walter gropius nel far dipingere la rotonda ai ragazzi. Dando un tocco artistico ed eliminando lo schifo in cui ora versa”.
Davvero un’ iniziativa encomiabile, ora bisogna che i cittadini colgano lo spirito degli organizzatori per sostenerla e chissà se già in autunno possiamo rivedere rinascere la fontana con i suoi zampilli come riportati solo nelle foto.

Condividi

Sull' Autore

Giovanni Benedetto

Mi sono occupato per 40 anni prima in Rai e poi in Rai way dell' esercizio degli impianti alta frequenza della Rai in Basilicata. Per vent'anni in qualità di quadro tecnico sono stato responsabile del reparto di manutenzione degli impianti alta frequenza: ripetitori, trasmettitori tv e mf, ponti radio e tutti gli impianti tecnologici connessi. Ho presieduto tutta la fase della swich-off analogico- digitale della rete di diffusiva della Basilicata. Nel 90 per tre mesi come tecnico della Rai Basilicata ho lavorato al centro , ibc, di Saxa Rubra, per inoltrare i segnali televisivi e radiofonici provenienti dai dodici stadi accreditati ai mondiali 90, attraverso i ponti radio e i satelliti in tutto il mondo. Fuori dal mondo produttivo, mi sento un cittadino libero e curioso, che osserva con attenzione la realtà che mi circonda. Attento al comportamento della politica e delle istituzioni e alle decisioni che esse assumono e che incidono sul nostro destino , sensibile ai fenomeni e ai cambiamenti che attengono la nostra società: comprese le virtù e le miserie che essa esprime; sempre raffrontando il presente col passato per schiarire meglio la visione del futuro.

Lascia un Commento