OGGI, ORE 17. FINALMENTE RIAPRE IL VIVIANI

0

Finalmente, oggi ,riapre, dopo quasi quattro mesi, il Viviani. L’ultima partita ufficiale giocata dai rossoblù nello stadio potentino risale a maggio scorso ed era il match, valevole per la poule scudetto, con il Rieti. Anche se i lavori per la messa a norma della struttura non sono ancora conclusi, è arrivata la deroga per giocare oggi la gara di coppa Italia con il Bisceglie. Si tratta del primo incontro ufficiale  di questa stagione che la squadra di Ragno potrà giocare davanti ai propri tifosi, Visto che tutte le amichevoli del precampionato, esclusa quella con l’Afragolese, sono state disputate in trasferta. E in trasferta si è giocato anche il derby di coppa Italia con il Matera valevole per la prima giornata del turno eliminatorio della manifestazione tricolore.Un triangolare che comprende, oltre alle due lucane, anche il Bisceglie. In classifica Potenza e Matera hanno 3 punti che sono il frutto di una vittoria della squadra di Ragno proprio nel derby giocato a Matera e che sul campo si è concluso sul risultato di parità con una rete per parte segnate da Genchi e Dellino. Pareggio poi trasformato dal giudice sportivo nella vittoria a tavolino del Potenza per 3 a 0 in seguito al reclamo dei potentini avverso alla posizione irregolare del portiere Ioime  che avrebbe dovuto scontare una giornata di squalifica risalente alla stagione scorsa quando giocava con il Picerno. Ioime che in quella partita risultò il migliore in campo per le grandi parate effettuate che impedirono ai rossoblù di vincere, dopo 90 minuti stradominati in lungo e in largo. Poi lo stesso portiere campano, che era stato sul punto di firmare per il Potenza già nel mese di giugno, di fronte alle insistenze del presidente Caiata, decise di trasferirsi alla corte di Ragno rescindendo il contratto con il Matera che, per liberarlo, ottenne dal Potenza un risarcimento economico. Naturalmente oggi Ioime non sarà della partita perché dovrà ancora scontare la squalifica dello scorso anno a cui è stata aggiunta un altro turno di stop come sanzione disciplinare per essere sceso in campo squalificato. Ritornando al Viviani, c’è da dire che saranno aperti la tribuna e la curva ovest, mentre rimarranno chiusi i distinti e il settore riservato agli ospiti. Da ieri son stati messi in vendita i biglietti e considerata la grande curiosità dei tifosi rossoblù di vedere all’opera la rinnovata formazione di Ragno,si può realisticamente prevedere una partecipazione di pubblico molto cospicua. Approfittiamo anche per consigliare i tifosi di arrivare in anticipo al Viviani perché oggi entrano in funzione per la prima volta i tornelli che sono stati sistemati agli ingressi dello stadio. Saranno utilizzati per la prima volta anche i ristrutturati spogliatoi. Che avranno una sola controindicazione: le squadre e la terna arbitrale si potranno cambiare e mettersi le divise, ma non potranno utilizzare le docce per evitare di causare danni ai pavimenti con la troppa umidità che si sprigionerebbe se tutti facessero la doccia. Una deroga sarà fatta per la terna arbitrale visto che il direttore di gara è una donna: si tratta della signora Marotta di Sapri che quest’anno è stata promossa dalla serie D nei quadri della C. Il Bisceglie e il Potenza utilizzeranno per la docce le strutture prefabbricate già presenti nello stadio. Queste le notizie riguardanti il Viviani, Adesso possiamo entrare nei temi tecnici della gara con il Bisceglie che vede nettamente favorito il team di Ragno considerato che i pugliesi hanno attraversato una grave crisi societaria che ha causato un vero e proprio fuggi fuggi generale dei migliori elementi che hanno preferito soluzioni più rassicuranti e certe. Compreso il francese Giron che, lasciato il Bisceglie, ha scelto il Potenza.I pugliesi si presenteranno anche al Viviani, dopo averlo fatto già a Matera dove sono stati sconfitti tre a zero, con una formazione imbottita di giovanissimi in attesa che il patron Canonico, attingendo al mercato degli svincolati, riesca a mettere su una rosa che possa ambire a conservare, cosa molto difficile, la categoria. Al Potenza basterà anche il pareggio per superare il turno. Ma è scontato che Franca e compagni hanno l’intenzione di non fermarsi al minimo sindacale, ma vogliono vincere ma anche offrire una grande prestazione ai propri tifosi in questa prima gara ufficiale nel ristrutturato Viviani. Tra l’altro il Potenza è chiamato ad invertire il trend del rendimento che nelle ultime tre amichevoli con l’Altamura, con la Turris a Tito e domenica scorsa a Piceno, ha lasciato molto a desiderare, Tanto da fare infuriare il tecnico Ragno che non ha gradito affatto la prestazione di domenica scorsa contro l’arrembate Picerno di Giacomarro. E per questi motivi Ragno si aspetta un immediato riscatto dei propri uomini.” Indipendentemente da come si presenterà il Bisceglie a Potenza, noi abbiamo l’obbligo di pensare a noi stessi perché abbiamo l’esigenza di offrire un grande prestazione. Abbiamo preparato la gara nei minimi particolari cercando di tenere alta la concentrazione, Scenderemo in campo per vincere, per ben figurare davanti ai nostri tifosi e per staccare il pass per il turno successivo. A Bisceglie ho trascorso tre anni importanti portando la squadra dall’Eccellenza alla lega Pro e l’affetto dei tifosi pugliesi significa che ho lasciato un buon ricordo. Adesso però indosso i colori rossoblù e da professionista onorerò la mia maglia. Abbiamo tutti gli effettivi della rosa disponibili e arriviamo a questo match con la voglia di giocare una gara con i tre punti in palio visto che dopo la gara di Matrera dll’8 agosto scorso, abbiamo effettuato solo test amichevoli. I ragazzi non vedono l’ora di scendere in campo per dimostrare quanto si è realizzato in questi 50 giorni di preparazione”.Per quanto riguarda la formazione, Ragno non sembra avere dubbi sullo schieramento da mandare in campo oggi con inizio alle ore 17. L’unico ballottaggio, stante la squalifica del portiere Ioime, riguarda chi mettere in porta tra Mazzoleni e Breza. Poi nella difesa a tre Di Somma, Giosa ed Emerson. Guaita e Giron sulle corsie laterali, Dettori, Piccinni e Strambelli a centrocampo e capitan Franca in coppia con Genchi in attacco. E facilmente ipotizzabile che oggi ci sia una buona affluenza di tifosi, molto incuriositi dal desiderio, dopo una lunghissima attesa, di vedere finalmente all’opera nel proprio stadio la rinnovata squadra allestita dal presidente Caiata.

 

 

Condividi

Sull' Autore

Rocco Sabatella

Rocco Sabatella…


Lascia un Commento