PICERNO INGENUO PERDE A TERNI

0

rocco sabatella

Una partita che si poteva portare a termine con il risultato di 1 a 1 e invece il Picerno è stato molto ingenuo facendosi infilare il gol decisivo, quasi alla mezzora del secondo tempo, nella identica maniera in cui aveva preso la prima rete. Ma mentre nel primo tempo la Ternana, con la sua qualità e con il terreno di gioco ancora in buone condizioni, aveva potuto fare le sue manovre e creare, oltre alla rete del vantaggio, anche altre situazioni favorevoli, nel secondo tempo il terreno è diventato impraticabile per il diluvio di acqua abbattutosi su Terni nell’intervallo della gara. Il manto erboso del Liberati è stato sommerso di acqua con la conseguenza che per le due squadre è diventato impossibile riuscire a far viaggiare il pallone che si fermava puntualmente sull’acqua. In pratica non si poteva giocare più e probabilmente la gara doveva essere sospesa e soprattutto era penalizzata la squadra che doveva attaccare, ossia la Ternana, mentre il Picerno si poteva difendere con meno affanni perché fare arrivare il pallone dalle parti del portiere del Picerno Cavagnaro era pressochè impossibile. O meglio c’era un solo modo per cercare di mettere il pallone nell’area del Picerno: fare solo cross alti nella speranza che gli attaccanti fossero bravi a prenderli di testa. Quindi la squadra di Giacomarro sapeva benissimo che avrebbe dovuto essere concentrata esclusivamente a prevenire l’unico pericolo che la Ternana poteva creare. E invece su un cross di Mammarella dalla sinistra, i difensori del Picerno si sono dimenticati di Ferrante a pochi passi da Cavagnaro. Per l’attaccante umbro è stato facile mettere il pallone in rete. E le parti si sono capovolte. Nel senso che il Picerno ha cercato di attaccare per arrivare al pareggio ma è stato frenato dalle condizioni del campo. La Ternana si è difesa con ordine e pur correndo qualche pericolo, è riuscito a portare i tre punti a casa. Che le hanno permesso di scavalcare il Potenza al secondo posto della graduatoria. Molto delusione nel clan lucano per aver mancato il pareggio che si poteva sicuramente ottenere  e la conferma, che andiamo ripetendo da tempo, sulla necessità nel mercato di gennaio di reperire rinforzi adeguati in tutti i reparti, per qualità ed esperienza, che alzino il tasso tecnico del Picerno e che possano consentire di non perdere partite come quella di Terni. In cui, ancora una volta, l’approccio iniziale alla gara è stato negativo anche se il primo tiro in porta lo ha effettuato Caidi che ha impegnato il portiere dopo due minuti. Due azioni fotocopia della Ternana sono state tramutate in gol prima da Marilungo, gol annullato per fuorigioco e poi da Ferrante che da pochi passi e indisturbato ha battuto Cavagnaro. Questa volta in posizione regolare. Il Picerno ha tentato di reagire con un’azione di ripartenza di Esposito che ha fatto tutto bene meno il tiro. E poi la Ternana ha legittimato il vantaggio ancora con Ferrante che prima è stato fermato dal portiere del Picerno e poi ha visto il suo tiro respinto sulla linea da Fontana. All’improvviso la fiammata degli uomini di Giacomarro. Pitarresi tira da trenta metri e l’estremo difensore umbro Tozzo compie un ottimo intervento mettendo in angolo. Dal quale nasce la rete del pareggio. Il pallone dall’angolo finisce di nuovo a Pitarresi che non ci pensa due volte a effettuare la conclusione da non meno di venticinque metri che si infila all’angolino basso alla sinistra del portiere umbro. La gara si riequilibra anche nel gioco, oltre che nel risultato. Il Picerno è più attento e riesce a non concedere troppi spazi agli umbri che hanno una sola possibilità con Paghera che impegna Cavagnaro in una respinta volante. Poi il diluvio allaga il campo e di calcio si vede poco se non la fatale distrazione dei difensori del Picerno che beccano la rete decisiva. Un errore imperdonabile in una partita che si era avuta la fortuna di mettere in pari e che doveva e poteva essere chiusa senza correre troppi rischi. FOTO DI ANDREA POMPONI, PER CALCIOFERE

 

 

 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento