POETI LUCANI DI OGGI: LUIGI GILIO

0
LUIGI GILIO
Il dono

Guardati intorno avanzo di luna 
con il tuo cuore sgualcito già
a mezza strada
da dulcamara, senza un bruscolo d’amore
a vestire il tonfo che fa.

Se ti senti persa, già di prima mattina
in questi luoghi che sai 
non m’intacco di te, delle tue bizzarrie,
anzi, n’ammiro, da sempre, l’audacia.

Tra alberi e siepi e i mille profumi
la nausea sale, la senti che sale
fino a beccare l’anima, fino a farti male.

La strada, lo sai, è il tuo destino,
senza mai avere una destinazione certa,
che ti possa consolare,
tra le ugge del tempo 
e il biancore di questo momento.

Non tanto dal cuore, prendi l’amore, quello che tu,
dalle tante miserie, hai raccolto nello zaino.
Quello che hai regalato, senza che, 
tutte le volte, potesse svelare al mondo,
di che cosa campo.

dalla raccolta “Dove si va incontro al Cuore”

L'immagine può contenere: fiore e pianta

Quante volte mi sono sentito perduto

Tutte le volte
che il cuore mi batteva forte
per le strade dove conducevano i miei fragili passi.
mi fermavo verso sera ,
a guardar la mappa del cielo, a cercare la stella buona
e tratteggiata, la volta stellata, pareva già tutta sul palmo della mia mano.
Mi sono sentito smarrito
in mezzo all’oceano di stelle.

Che fosse il fato o un’altra delle mete
non lo so, ma quante volte mi sono sentito perduto.

Volevo andar via, abbassare gli occhi,
dimenticare
quel luccichio di stelle.
Io così fragile,
sapevo che per potervi navigare,
dovevo issare
su questo mare,
le magiche vele che si gonfiano
leggere al vento
che accarezza il sogno.

dalla raccolta “Dove si va incontro al Cuore”

L'immagine può contenere: spazio all'aperto

Come all’inizio di un sogno

Le intuizioni
sulle nostre urgenze,
sono tenere,
in questo cielo limpido e perso,
sembrano lontane,
un viaggio
come all’inizio di un sogno.

Si guarda il mondo
anche con sguardi socchiusi,
da quest’angolo,
una meraviglia
persa nel vento.
Dove gli sfondi paiono serrati
agli occhi di chi non vede.

Si fa fatica a ricordare
gli anni che non hanno tempo.
Scossi solo dal rumore
che fanno ancora.
Tremolanti,
con la paura
di non poterti fermare.

Chi è che ti chiama ancora amore?
Chi si scomoda con parole nuove?
Indietro non si può tornare,
il tempo imprigiona le cose preziose.
Quelle poche cose che ti infondono un dolce piacere, 
vissute con il cuore
senza dover mai pensare che anche qui si muore.

dalla raccolta “Dove si va incontro al cuore”

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento