POTENZA A BARI CON GRANDE CORAGGIO

0

Rocco Sabatella

 

E’ una sfida dal grande fascino. Un vero e proprio scontro diretto per il secondo posto. Che il Potenza vuole fortemente conservare ed il Bari che cerca i tre punti per avvicinarsi a questa posizione in maniera sensibile. E’ questa, in sintesi, la fotografia del match di oggi pomeriggio, con inizio alle ore 17,30, al San Nicola di Bari. Dove è previsto un  altro esodo massiccio dei tifosi del Potenza che non vorranno perdersi questa sfida. Saranno 1300 i supporters rossoblù che sosterranno Emerson e compagni. E potevano essere molti di più, nell’ordine di altri 700, se ci fossero state le condizioni per aprire la curva sud dello stadio barese. Ma, purtroppo, ha fatto sapere il comune di Bari, per motivi tecnici e di organizzazione, l’operazione apertura di quel settore non è stato possibile.   L’esodo di oggi a Bari metterà questa trasferta nella top 5 delle gare fuori casa che sono state giocate dal Potenza. Ai primi due posti ci sono le trasferte a Foggia per lo spareggio salvezza con il Casarano, l’invasione al Flaminio di Roma per la gara con la Lodigiani in C/2 e poi a seguire la gara ad Altamura di due anni e quella a Taranto di oltre 5 anni fa. Queste ultime due in serie D. Una dimostrazione tangibile di quanto sia alto l’entusiasmo a Potenza per lo straordinario cammino che la squadra di Raffaele sta facendo in questa stagione. E che oggi vuole continuare anche se di fronte ci sarà il miglior organico, sulla carta, di tutto il girone. Ma che sul campo, come recitano i dati numerici, non ha, finora, risposto alle attese della vigilia. E il dato più evidente che salta all’occhio è che il Bari, pur venendo da 12 risultati utili consecutivi, ha un percorso molto contrastante tra gare in trasferte e quelle in casa. Dove trova enormi difficoltà a far valere la sua forza. Tanto è vero che la squadra di Vivarini non vince in casa dal lontano 23 ottobre, era un turno infrasettimanale, quando superò il Catanzaro. Nelle successive due gare interne due pareggi stentati con Vibonese e Teramo. I pugliesi sono rimasti agganciati al treno delle immediate inseguitrici della capolista Reggina perché hanno fatto 20 punti in trasferta con sei successi e due pari contro la miseria di 13 punti ottenuti al San Nicola, frutto di tre sole vittorie e 4 pareggi. Numeri che stanno a dimostrare inequivocabilmente le grandi difficoltà che incontrano Antenucci e compagni quando devono fare la partita per mettere sotto gli avversari e arrivare ai tre punti. Queste situazioni di disagio hanno incoraggiato le squadre  avversarie che si sono esibite allo stadio barese e allo stesso tempo danno coraggio anche al Potenza che a Bari farà la sua solita partita propositiva per andare a caccia di un risultato positivo. Come ha spiegato in conferenza stampa Raffaele. “ A Bari dobbiamo avere il coraggio di puntare alla vittoria. Non sono d’accordo sul fatto di non avere niente da perdere perché abbiamo l’obbligo di difendere il secondo posto e poi un risultato importante oggi ci darebbe nuovi stimoli per chiudere alla grande il 2019. Sono molto soddisfatto di come la squadra ha lavorato in questa settimana per preparare questo appuntamento così importante. Ho visto da parte di tutti grande concentrazione e applicazione meticolosa che significa che il gruppo attraverso un momento felice sia sotto l’aspetto fisico che mentale. Un gruppo che sa che cosa deve fare, è convinta dell’obiettivo e di come centrarlo. Sappiamo che ci troviamo di fronte un avversario con valori tecnici altissimi che sono in grado, con le loro giocate, di indirizzare la partita. Noi abbiamo le nostre certezze che ci accompagnano ormai da inizio stagione e che ci hanno permesso questo percorso straordinario che ci consente di presentarci al cospetto di cotanto avversario con tre punti di vantaggio.  Ma è scontato che dobbiamo sbagliare il meno possibile se non vogliamo concedere vantaggi ai nostri avversari. Non credo nemmeno che il Potenza possa soffrire l’emozione di giocare in uno stadio cosi importante o possa soffrire la pressione del pubblico di casa. Perché già ci siamo trovati in questa situazione  e la squadra sa come affrontarle”. Sul piano tattico possiamo facilmente ipotizzare che il Bari vorrà imporre il suo gioco perché ha la necessità di tornare alla vittoria interna dopo oltre un mese e mezzo. Ma non lo farà assolutamente in maniera scriteriata perché Vivarini ha apportato qualche correzione al modo di stare in campo della sua squadra e di attaccare gli avversari. Perché sulle ripartenze degli avversari il Bari è andato in  completa sofferenza. Infatti i tre difensori centrali Sabbione, Di Cesare e Perrotta rimangono bloccati e si vedono nell’area avversaria solo sulle palle inattive e i tre centrocampisti centrali Hamlil, Bianco e Schiavone  hanno disposizione di proteggere con più attenzione la propria metà campo. Insomma un maggiore equilibrio complessivo nella convinzione che poi Antenucci, Simeri e Terrani possano fare la differenza in zona gol. Raffaele ha studiato, come è suo abitudine, molto bene i pugliesi  e sa come poterli mettere in difficoltà. Ad eccezione di Panico infortunato, tutti disponibili nel Potenza compresi Arcidiacono e Juliano. Formazione fatta per nove undicesimi: Breza in porta, Sales, Giosa e Emerson il terzetto difensivo, Coccia o Viteritti a destra con il primo favorito, Sepe sull’altro versante, Dettori e uno tra Ricci e Coppola in mezzo e Isgrò, Murano e Ferri Marini in avanti. Anche Vivarini, tecnico del Bari, sembra intenzionato a dare fiducia alla squadra che tanto bene si è comportata contro il Rende. Ormai il 4/3/1/2 è diventato il modulo di riferimento dei pugliesi che presentano sempre una panchina da urlo con giocatori che sarebbero titolari ovunque. Dirigerà l’incontro il signor Paterna

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento