POTENZA MAI DOMO VINCE A FRANCAVILLA

0

Rocco Sabatella

 

Rocambolesca vittoria del Potenza, la terza consecutiva, sul campo della Virtus Francavilla.  Una gara, ricca di gol, che ha riservato tante emozioni e continui capovolgimenti di fronte che hanno tenuto incerto l’esito della gara fino al quarto gol della squadra di Raffaele che ha poi difeso con i denti il vantaggio. Il 4 a 3 finale conferma che il Potenza è una splendida realtà di questa stagione che sta riservando tantissime soddisfazioni. Sono già 8 i punti in più rispetto alla fine del girone di andata della stagione scorsa. E lo score può essere ancora migliorato visto che mancano ancora tre gare, con Picerno,  Bari e Paganese, prima che si arrivi al giro di boa. Il Potenza non si è mai rassegnato all’idea di non uscire vittorioso dallo stadio pugliese e alla fine è riuscito nel suo intento. Nemmeno quando sono stati in svantaggio nel primo tempo, i lucani si sono persi d’animo perchè sono riusciti a rimettere la partita in parità. E’ stata la giornata degli attaccanti rossoblù che hanno tutti e tre timbrato il cartellino: Murano con la prima doppietta da quando è tornato a indossare la maglia rossoblù, Ferri Marini e Isgrò con una rete a testa. Ma quest’ultimo, insieme a Murano, è stato davvero una spina nel fianco della difesa della Virtus Francavilla. Le sue accelerazioni, i suoi dribbling ubriacanti hanno creato sempre la superiorità per il Potenza con i difensori pugliesi che sono andati letteralmente nel pallone. Isgrò, dopo essersi incaricato di segnare con un’azione personale il 2 a 2  nel finale di primo tempo, è stato determinante e decisivo anche nella ripresa quando ha prima propiziato la rete di Murano con un’imbucata centrale sulla quale il potentino ha superato Tiritiello e segnato con un rasoterra chirurgico e poi si è incaricato di portare a spasso tutta la difesa pugliese e scaricare un perfetto pallone per la testa di Vuletich appostato sul secondo palo. L’argentino è stato bravo a mettere al centro per l’accorrente Ferri Marini che da un metro ha gonfiato la rete.  Si è giocato in una giornata caratterizzata da una pioggia intensa per tutta la gara ma il terreno sintetico del Giovanni Paolo II ha retto molto bene. Tre novità presentate da Raffaele al via rispetto alla gara con la Vibonese. Sales per Silvestri, Sepe per Panico e Ferri Marini per Longo. Inizio di gara positivo per i rossoblù che cominciano subito i fuochi pirotecnici e passano subito in vantaggio con Murano bravo a incunearsi in area e a battere il portiere di casa con un rasoterra imparabile. Nessuno immaginava che cosa sarebbe successo nel prosieguo della partita. O meglio si pensava che la rete del vantaggio di Murano avrebbe permesso al Potenza di gestire la gara al meglio come in tante altre partite. Invece la reazione dei padroni di casa è stata veemente e nello spazio di 4 minuti si sono ritrovati a ribaltare la situazione. Prima con un tiro da fuori area di Vasquez all’angolo opposto e poi con Gigliotti che, sempre da fuori area, batte Breza non apparso reattivo sulla conclusione non eccessivamente violenta del centrocampista pugliese. Poteva essere un colpo tremendo per la squadra di Raffaele che non si è disunita ed è ripartita alla ricerca del pari. Che è arrivato due minuti il gol di Gigliotti. Isgrò ha preso palla al limite, ha dribblato un paio di avversari e ha scaricato un rasoterra preciso all’angolo opposto di tiro. Non succede più niente fino alla chiusura del primo tempo. Le squadre rientrano in campo e Raffaele manda dentro Coppola per Juliano. La gara rimane sempre aperta a qualsiasi risultato e il Potenza non rinuncia ad attaccare. Tanto è vero che i due migliori in campo, Isgrò e Murano, confezionano il nuovo vantaggio dei rossoblù lucani. Subito dopo la rete Murano esce, forse per crampi, sostituito da Vuletich. Ma le emozioni non finiscono mai. Anche per merito dei pugliesi che non demordono e giungono al pareggio. Sepe in uscita dall’area perde un pallone velenoso che arriva a Albertini che mette subito in area  un bel cross sul quale si avventa Mastropietro che con una girata al volo batte per la terza volta Breza in maniera imparabile. Partita finita? Nel senso che le due squadre si accontentano del pareggio? Niente di tutto ciò perché il Potenza crede nella vittoria e la cerca con insistenza. Al minuto 69 è Vuletich ad avere sul destro il pallone del vantaggio ma il tiro, quasi dall’altezza del dischetto, sfiora il palo.  Gioia rimandata di sette minuti con il definitivo vantaggio del Potenza di Ferri Marini già descritto. Il Potenza decide di non correre più rischi, stringe le maglie difensive, mantiene alte l’attenzione e la concentrazione ed erige una difesa ermetica a protezione di Breza.  E porta a casa un successo di fondamentale valore per la classifica e per l’autostima. E’ il terzo consecutivo dopo le sconfitte con Monopoli e Reggina che porta i rossoblù al secondo posto, insieme alla Ternana. E’ stato un pomeriggio pirotecnico che ha divertito, ovviamente di più, quello di fede rossoblù, letteralmente stupefatto per quanto ammirato in 94 minuti. E che è andato oltre le più ottimistiche previsioni della vigilia. E che alla fine ha premiato giustamente la squadra che la vittoria l’ha cercata con maggiore insistenza. Ieri il punto di forza sono stati gli attaccanti che hanno fatto la differenza e che si sono sbloccati definitivamente dopo le difficoltà iniziali nel concretizzare le occasioni prodotte. Nemmeno il tempo di gioire che mercoledi si torna in campo per affrontare il Catania al Viviani, alle ore 15, negli ottavi di finale di coppa Italia.

 

 

 

 

 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento