POTENZA, PASSI ENORMI NELLA PULIZIA DELLA CITTA’

0

Ieri era sabato e gli operai ecologici dell’Acta erano regolarmente distribuiti per le strade urbane a pulire i marciapiedi  e le scarpate, segno di una attenzione al servizio che sta crescendo . Da Coviello a Galella , questo settore ha fatto passi da giganti e per la prima volta come cittadini coltiviamo la speranza di vedere una città pulita, come negli anni 50 e 60. Solo che allora la cosa era più semplice perchè la città non si era espansa nelle campagne , la gente  uscita dalla guerra era costruttiva e disponibile,  i consumi erano ai minimi e il packaging era inesistente. Si andava a comprare l’olio portando la bottiglia e gli spaghetti erano sfusi, pesati e avvolti in un po’ di carta. Questo per dire che oggi non è facile raggiungere l’obiettivo di una città pulita, però l’Amministrazione De Luca e questa di Guarente, ci hanno dato e ci stanno dando sotto con determinazione. Sono altresì convinto che la parte delle regole è in grado di dare la spinta finale a questo cambiamento in bene della città, ma questa parte funziona solo se ci sono persone che guardano con occhi attenti alle cose che deturpano e procedono preparando ordinanze per i cittadini o per categorie di cittadini. Non so se l’Amministrazione si sia accorta dell’impatto deturpante di dissuasori fatti con tubi innocenti, che  hanno riempito la città, ingabbiandola : tubi rotti,messi senza criteri, la gran parte arrugginita danno l’idea di una città in cui ognuno si arrangia alla meglio, senza regole, senza criteri, senza decoro. Basterebbe un’occhiata in via Marconi, sotto gli ex palazzi dell’Incis per constatare gli effetti di questo fai da te: un marciapiede tutto rotto, senza pavimentazione, incatenato da una parte all’altra. Insomma, uno sconcio. Un regolamento per il decoro urbano sarebbe il benvenuto per una serie di ordinanze atte a correggere i cattivi comportamenti: la copertura con verde o con rivestimento dei muri in cemento, la tinteggiatura delle ringhiere private e dei cancelli arrugginiti , l’uso , appunto di dissuasori bassi che costituiscono forme di arredo urbano,  la cura del verde privato, la stessa manutenzione dei fabbricati in cattivo stato . Ecco con un regolamento circostanziato di decoro urbano non solo viene detto come il cittadino deve comportarsi ma viene data anche uno strumento per correggere giorno per giorno i comportamenti non all’altezza. r.r.

 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento