PRONTE LE NOMINE. INCOGNITA SOLO PER L’APT

0

Più difficile del previsto il varo delle nomine negli enti sub regionali, quelli almeno che sono sottoposti al rinnovo, e cioè i due Consorzi industriali, l’Egrib, l’Alsia , gli Ater e soprattutto l’Apt. E’ su quest’ultimo  Ente che  si concentra l’attenzione dei media per due motivi: a) perchè  in questi cinque anni l’Agenzia per il turismo ha fatto passi da giganti ed è diventato depositario di importanti deleghe nella promozione dell’immagine della Basilicata; b) perchè essendo la materia di competenza diretta del presidente Bardi, c’è la ragionevole possibilità che arrivi un altro non lucano, il che non contribuirebbe alla immagine di una regione che abbia a cuore le energie migliori del territorio.  Si parla per la verità anche di Perri, ottima professionalità, che ha retto l’Agenzia per molto tempo, contribuendo a farla crescere, ma in questa nuova maggioranza  tutto quello che sa di passato è pregiudizialmente messo da parte, e , nel caso di scelta, bardi dovrà operare una certa imposizione. Pagliuca all’Egrib non va più per via del fatto che è attualmente incompatibile, avendo avuto fino a poco tempo fa incarichi di partito. Al suo posto andrà Vincenzo Taddei, il grande ex democristiano che è bravissimo sempre a farsi trovare al bivio , casacca e borraccia pronti per affrontare la corsa. Chi gioca con una prospettiva lunga è Nicola Benedetto, che ovviamente ha fatto il gran rifiuto di un sottosegretariato alla presidenza come scatola vuota. Per uno come lui che guarda in alto, fino all’agognata capitale, ci vuole ben altro che un incarico onorifico. Per adesso si accontenta del Consorzio Asi da affidare ad uno dei suoi uomini, l’avv. Pagano di Brienza, ma , nella prospettiva della costituzione di una Agenzia unica dei Consorzi, non è escluso che ci faccia un pensierino diretto. Che poi per un industriale sarebbe come giocare in casa. L’Asi di Matera andrà per intanto alla lega e ad occupare la sedia di Chiurazzi sarò Fuina, mentre all’Ater di Matera c’è il nome prestigioso di Tito Di Maggio.  Non c’è discussione sul candidato della Lega alla carica di amministratore SEL: è Luigi Modrone, imprenditore potentino, molto vicino a Salvini ,nonchè d fondatore della Lega in Basilicata. L’incarico è prestigioso perchè la SEL, con la nuova transizione energetica, è destinata a crescere nel pubblico e ,speriamo, nel mercato anche privato. Rocco Rosa

foto di copertina luigi modrone con matteo salvini

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento