SANITA’, UN DIPARTIMENTO SOTTO LE MACERIE

0

Chi conosce la situazione del Dipartimento salute della Regione Basilicata è costretto a mettersi le mani nei capelli per come è ridotto. Dei dieci dirigenti ne sono rimasti tre, anzi due, perchè il terzo adesso va in ferie prima di mettersi in pensione. E non sono uffici da niente quelli che sono scoperti:  l’ufficio finanziario del servizio sanitario, l’ufficio personale del servizio sanitario regionale, l’ufficio di prevenzione, l’ufficio prestazioni assistenziali e farmaceutico,  l’ufficio solidarietà sociale e quello del terzo settore. Da nove a due, roba da non credere! Adesso, come si diceva, se ne va anche il dirigente dell’accreditamento delle strutture per la medicina convenzionata  e la festa è completa.  Questi posti vacanti vengono coperti in parte con l’interim, in  parte con l’avocazione da parte del direttore generale, che è una pratica non corretta, visto che il dirigente generale ha compiti di coordinamento e no di responsabilità di singoli settori. Ma queste cose si sono sempre fatto, rispetto a esigenze che si appalesavano con carattere temporaneo e per fatti limitati. E, il caso del Dipartimento salute, non è unico: è solo il più eclatante di una situazione che colpisce tutti i dipartimenti e che , se prima era sopportabile, con l’esodo di quota cento e con il pensionamento  per raggiunti limiti di età di gran parte del  personale dirigenziale, adesso è diventato un problema di assoluta gravità, complicato dal fatto che l’intera quota del personale assumibile dall’esterno (il 10 per cento) è stato riservato alla riorganizzazione dell’Ufficio del Governatore con un sistema organizzativo che fa dipendere direttamente dal vertice politico, numerosi uffici di controllo e di gestione. Così che i Dipartimenti che prima ricorrevano a incarichi di soggetti esterni, oggi debbono fare a meno anche di queste risorse straordinarie. Ora, rimanendo alla sanità, come si pensa di affrontare una stagione nuova, in cui il Dipartimento è chiamato a pianificare, ad organizzare il territorio, a rivedere il sistema di prevenzione, a disciplinare la sfera di azione privata, a  mettere insieme interventi di sanità e di assistenza, più che una domanda è una interrogazione alle Sibille. Né sorprende in questa situazione il silenzio del sindacato dirigenti, che avrebbe dovuto fare ferro e fuoco per un immediato svolgimento del concorso pubblico ( aperto anche agli interni) ma che ha timore di mettere il naso fuori della finestra per paura di prendere il raffreddore. Dove vogliano andare con questi eroi! rocco rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento