SIMONE PIPPA SPADINO, UN VIOLINO CHE EMOZIONA

0

 

“Un talento che colpisce per le sue qualità tecniche e per le emozioni che trasmette”, così i suoi maestri descrivono il diciottenne violinista di Potenza Simone Spadino Pippa.  Vincitore 17° Concorso per giovani musicisti by Lams, Spadino Pippa si esibirà a Matera nell’ambito delle Domeniche al museo.

Domenica 3 giugno – con inizio alle 19 – a Palazzo Lanfranchi a Matera, il Laboratorio arte, musica e spettacolo (Lams) Matera e l’Associazione Rocco D’Ambrosio, in collaborazione con il Polo Museale della Basilicata, presentano DOMENICHE AL MUSEO – MUSIC BY YOUNG: Concerto per violino e pianoforte. Protagonista del concerto sarà il diciottenne violinista di Potenza Simone Pippa Spadino. Il vincitore 17° Concorso per giovani musicisti by Lams sarà accompagnato al  pianoforte dal Maestro Giovanni Strangio. In programma musiche che dall’800 giungono fino ai giorni nostri. Dalla Sonata per Violino e Pianoforte no3 in re min. di Johannes Brahms, a quattro partiture del compositore e virtuoso del violino spagnolo Pablo de Sarasate, fino al contemporaneo Pasquale Mosca che ha composto Enomis nel 2017.

“Con il concerto di domenica 3 giugno invitiamo il pubblico a conoscere e apprezzare un talentuoso violinista lucano – afferma Giovanni Pompeo, direttore artistico del Lams – quest’anno, grazie alla disponibilità del Direttore del Polo Museale della Basilicata Marta Ragozzino, i vincitori della passata edizione del Concorso per giovani musicisti by Lams potranno esibirsi in un contesto unico come Palazzo Lanfranchi”.

Il concerto, appuntamento del Matera Spring Music Festival, è inserito nell’ambito delle Domeniche al museo, l’iniziativa del Mibact che dal 2014 invita cittadini e turisti alla scoperta del patrimonio culturale nazionale: ogni prima domenica del mese non si paga il biglietto per visitare monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato.

 

PROGRAMMA DI SALA

Prima parte

  • Pasquale Mosca: “Enomis”;
  • Johannes Brahms: Sonata per Violino e Pianoforte no3 in re min.;
  • Pablo de Sarasate: “Romanza Andaluza”;
  • Pablo de Sarasate: “Zigeunerweisen – Gipsy Airs”;
  • Pablo de Sarasate: “Introduzione e Tarantella”;
  • Pablo de Sarasate: “Carmen Fantasy”

 

SIMONE PIPPA SPADINO

Nato l’8 giugno 2000 a Potenza, comincia lo studio del violino alla tenera età di tre anni sotto la guida del padre Gabriele. Nel luglio 2015, consegue il diploma presso il Conservatorio statale di Musica “Carlo Gesualdo da Venosa” di Potenza con il massimo dei voti, lode e menzione speciale sotto la guida del maestro Aldo Matassa. Nel 2008 partecipa a una master class tenuta dal M° Vadim Brodski e frequenta poi i corsi che il maestro tiene a Varsavia e a Roma. Nel settembre 2012 vince un’audizione indetta dal Conservatorio di musica di Potenza per eseguire il Concerto per Violino e Orchestra KV 216 in Sol maggiore di W. A. Mozart in occasione del “Concerto di Inaugurazione dell’anno accademico 2012/2013” accompagnato dall’Orchestra Sinfonica “Carlo Gesualdo da Venosa”. É risultato vincitore unico di una borsa di studio triennale presso l’accademia internazionale di alto perfezionamento artistico e musicale “Lorenzo Perosi” di Biella dove segue i corsi tenuti dal M Pavel Berman. Nel febbraio 2014 si é esibito a “Uno Mattina in Famiglia” in occasione della gara “Conservatori a Confronto’’ e nel settembre 2014 é ancora una volta vincitore unico di una borsa di studio indetta dal Conservatorio della sua città. Nell’Aprile 2015 ha suonato da solista con la Kaunas city simphony orchestra al “XXIV Festival of young musicians” in Lituania. Nel marzo 2016, ha partecipato, sempre in qualità di solista, al festival “I Concerti dell’Accademia” organizzato dall’Istituto musicale “Lorenzo Perosi” di Biella accompagnato dall’orchestra d’archi “PerosiEnsemble”. Preziose sono state le sue collaborazioni con le con i musicisti Alina Komissarova e Cristiano Burato (Festival Tracce – Accademia MAHLER – GAIA). È vincitore del primo premio e del primo premio assoluto di categoria ai concorsi: Concorso Nazionale -Amadeus-, Concorso Nazionale Giovani Musicisti “NAPOLINOVA” , VIII Gran Premio Europeo della musica -F. Mendelssohn B., XIX, XX, XIX, XXVI Concorso Internazionale per giovani musicisti “Città di Barletta”, IX e XVII Concorso Internazionale “Premio Rosa Ponselle” – Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, Concorso Naziona- le “A.M.A. Calabria”, Concorso Nazionale “Città di Eboli”, Concorso Musicale Nuovi Orizzonti “Città di Arezzo”, VIII Concorso Internazionale Giovani Musicisti “Luigi Denza”, XVIII Concorso Internazionale “Euterpe” Città di Corato, XVIII Concorso Internazionale Valsesia Musica Juniores “Premio Monterosa – Kawai”, XXII Concorso Internazionale di esecuzione musicale “Premio Rotary” – Teramo. Risulta inoltre vincitore del Primo Premio Assoluto della sezione Archi al 2^ Concorso Internazionale di esecuzione musicale ‘’Jacopo Napoli’’ (Cava de’ Tirreni – SA) e vincitore del Premio Speciale alla migliore esecuzione di un Capriccio per Violino solo di Niccolò Paganini alla 26^ edizione del “Concorso Internazionale G. Curci” Città di Barletta. Nel maggio 2017 si aggiudica ancora il Premio Assoluto dell’intera Competizione e il Premio al miglior musicista lucano alla XVII edizione del Concorso Internazionale “Premio Rosa Ponselle”, Città di Matera ed infine il Primo Premio Assoluto (“SuperPremio”) dell’intero Concorso alla XXII edizione del Concorso Internazionale di ese- cuzione musicale “Premio Rotary” consistente in una borsa di studio che gli permetterà di seguire una Masterclass presso la prestigiosa Accademia Musi- cale Internazionale “Mozartheum” di Salisburgo. Nel gennaio 2018 è ammesso all’Accademia Internazionale “S. Cecilia” di Bergamo dove attualmente segue i corsi dei Maestri Pavel Vernikov e Svetlana Makarova. Il Direttore B. Aprea ed i violinisti V. Brodski, P. Berman, P. Vernikov e S. Makarova hanno scritto di lui descrivendolo come “un talento che colpisce per le sue qualitá tecniche e per le emozioni che trasmette”. Suona un violino Cremonese Giovan Battista CERUTI del 1815 di proprietà della FONDAZIONE PROCANALE di Milano e diversi archi fra cui un V. F. Fétique (Paris, 1925) della Fondazione Milanese e un Augagneur et Bergeron (Lyon, 2000) di sua proprietà.

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento