SOBER STEERING, QUANDO L’UBRIACO SI METTE AL VOLANTE

0

ANTONIO MOLFESE

 

 

La tecnologia continua a fare progressi e l’automazione per le vetture continua a fare passi avanti verso il livello 5, quando a bordo non servirà più il conducente. La sperimentazione è finalmente partita anche in Italia, ma le norme in vigore permettono ancora solo la sperimentazione su strade particolari. E allora quando si arriverà alla driverless car? Fiduciosi dovremo aspettare perché ci vorrà del tempo!

Nell’attesa le statistiche dicono che in Europa muoiono sempre più persone per incidenti alcol-correlati così come in   Italia. (Bruzzone S. L’incidentalità stradale alcol-correlata. 2017. ISTAT). Non passa giorno che non compaia sui giornali notizia di una strage provocata da guidatore in stato di ebbrezza. Come possiamo interrompere questa carneficina? Le bevande alcoliche incidono pesantemente, ma anche le droghe giocano il loro effetto molto negativo. Le case automobilistiche potrebbero adottare i dispositivi che una società canadese produce per il rilevamento di alcol nel sangue degli autisti mediante un sistema posto sui volanti degli autobus, viene chiamato sober steering. Questi biosensori vengono installati sul volante e sono capaci di rilevare se un guidatore ha bevuto, semplicemente attraverso il tatto. Se l’alcol viene rilevato sopra un limite prefissato, il veicolo viene immobilizzato. Il sistema si resetta entro un minuto, in modo che un guidatore sobrio possa assumere il controllo del mezzo. Dovrebbe essere uno strumento obbligatorio in macchine (aerei, treni, autoveicoli) che si muovono veloci, molto pericolose se alla guida vi è un soggetto non in grado di farlo. Per i guidatori di auto, specie per i giovani il sabato sera, sarebbe utile e potrebbe salvare tante vite.

Antonio Molfese

torremolfese.altervista.org

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento