SOGNARE NON COSTA NULLA

0

GIOVANNI VACCARO

Stanotte ho sognato che dopo 8 giornate eravamo secondi in classifica davanti a Bari, Reggina e Catania. Ah no, scusate, non è un sogno ma realtà…

Il 3-0 secco del Potenza sulla Viterbese spedisce i leoni rossoblù a 17 punti (media 2.13punti /partita) a sole 2 lunghezze dalla Ternana che invece ne ha 19. La difesa conferma la sua solidità lasciando nuovamente inviolata la porta di Ioime e migliorando ancora la media dei gol subiti che giunge a 0.25gol/partita. In pratica, statisticamente il Potenza subisce un gol ogni 4 partite. Emerson, Ricci ed Arcidiacono entrano per la prima volta in stagione nel tabellino dei marcatori, portando ad 11 i gol segnati dal Potenza (media 1.38gol/partita) e sbloccando con Ricci anche il reparto di centrocampo che fino ad oggi non aveva ancora trovato gloria. Particolarmente interessante il dato che il Potenza ha segnato 5 gol sia con i difensori (2 Giosa e Viteritti ed 1 Emerson) che con gli attaccanti (2 Murano, 1 Isgrò, Vuletich e Arcidiacono) segno che tra gli uomini di Raffaele chiunque può far male all’avversario.

Termina 3-2 per la capolista Ternana il big match di giornata contro il Catania, i siciliani toppano la quarta trasferta consecutiva, e con 17 gol fatti e 14 subiti si confermano squadra altamente instabile. Ringraziano “le fere ternane” che consolidano il primo posto in graduatoria. Spiccano anche le vittorie di Bari (14) e Monopoli (16), dai biancorossi dopo il cambio di allenatore ci si aspettava la vittoria che è puntualmente arrivata con 4 gol alla Cavese, mentre i biancoverdi si confermano squadra solida battendo la Sicula Leonzio nella rognosa trasferta di Lentini. Va segnalato anche il secondo gol stagionale di Marco Piccinni ex rossoblù. Si trovano appaiate a 16 le calabresi Catanzaro e Reggina che domenica si sfideranno al Granillo di Reggio Calabria. Il Catanzaro dopo la sconfitta di Caserta riesce a battere in casa un ostico Virtus Francavilla, mentre i reggini sono costretti al pari 1-1 sul campo della Paganese. Proprio la squadra di Pagani merita un particolare elogio, giacché, ripescata in extremis è riuscita a compattarsi e formare una squadra difficile da affrontare che gravita al 7°posto in piena zona play-off. Non vanno oltre il pari Avellino e Picerno che partite in quarta avevano tirato il freno per alcune partite ed ora a 10 e 9 punti acquistano posizioni tranquille nella pancia della classifica.

Pareggia 1-1 col Rende il Teramo, prossimo avversario del Potenza. La squadra abruzzese era partita con una buona rosa e con ambizioni di alta classifica, ma per ora non è riuscita ancora a trovare la quadra e con i suoi 6 punti (0.86 punti/partita) si ritrova quartultimo in classifica ma con una partita da recuperare. L’unica vittoria per i teramani è arrivata in casa contro la Cavese, poi 3 pareggi e 4 sconfitte per un totale di 6 gol segnati (media 0.86gol/partita) e 9 subiti (media 1.29gol/partita) che ne fanno il secondo peggior attacco, ma gli attestano una difesa da centro classifica. In trasferta sono arrivate 3 sconfitte ed un pareggio sul campo del Rieti per un totale di 2 gol segnati e 7 subiti.

I biancorossi hanno portato in gol 3 giocatori: Cianci e Bombagi con 2 reti ciascuno e Magnaghi con una, mentre hanno potuto sfruttare un autogol nella partita col Catanzaro.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Nato a Potenza nel 1992 sono cresciuto in questa città. Essendo sempre stato orgoglioso della mia terra natia, molti dei i miei interessi la riguardano in maniera piuttosto diretta, al tifo per l’Inter ho presto sostituito il tifo per il Potenza Calcio, ad una serata al cinema davanti ad un film straniero ho sempre preferito uno spettacolo in vernacolo potentino, conosco a memoria “Viscledda” e “Lu Braccial” e se mi si chiede cosa voglio mangiare la domenica a pranzo certamente la mia risposta sarà “Strascinati”. Sin da piccolo sono sempre stato appassionato di Storia classica e medievale, e di storie in generale, principalmente mi appassiona la letteratura fantasy, ho letto e riletto più volte la saga di Harry Potter e sono rimasto incantato nel leggere i libri di Tolkien. Da sempre piuttosto negato negli sport, adoro passare serate in sedute di giochi da tavolo e giochi di strategia, in cui il ragionamento conta molto più del valore fisico. A fronte dei miei interessi “umanistici”, ho sempre avuto un buon talento in matematica e con i numeri in generale ho sviluppato un impostazione molto razionale che nel 2017 mi ha condotto al più grande successo, la laurea con lode in ingegneria civile presso l’UNIBAS. Come ogni giovane lucano ho avuto qualche problema ad entrare nel mondo del lavoro, ma oggi collaboro con uno dei migliori studi d’ingegneria potentini, e il futuro… chissà dove mi porterà.

Lascia un Commento