TRISCAIDECAFOBIA

0

 

 

giovanni vaccaro

La paura atavica del numero 13 è un concetto presente tutte le culture occidentali. Partendo dal culto cristiano, la sera dell’Ultima Cena i commensali erano 13, di cui il tredicesimo era Giuda l’Iscariota il traditore. Secondo il mito norreno, la tredicesima divinità era Loki dio dell’inganno e della menzogna. Mentre il temutissimo Venerdì 13 si rifà a ciò che avvenne il 13 Ottobre 1307 quando per ordine di Filippo IV “il Bello” re di Francia furono arrestati e torturati in massa diverse centinaia di cavalieri templari che maledissero questo giorno. Molte altre leggende aleggiano intorno al numero 13, ed anche nella storia recentissima del Potenza il 13 è da considerare un numero “sfortunato”. Infatti, si ferma a 13 la striscia positiva del Potenza di Raffaele. Anche l’anno scorso quando per ben due volte il Potenza di Ragno riuscì a collezionare 13 risultati utili consecutivi poi arrivarono le sconfitte di Picerno e di Francavilla in Sinni.

Con la rimonta da 2-0 a 3-2 ormai alla Juve Stabia mancano solo 2 punti per potersi iscrivere alla Serie B. Mentre con i passi falsi di oggi Catanzaro e Catania potranno solo giocarsi il terzo posto, perché la medaglia d’argento sembra ormai saldamente intorno al collo del Trapani. Se le posizioni nobili della classifica sembrano ormai assegnate, si infuoca sempre di più è la corsa al quinto posto, ed in generale alle ultime 6 posizioni per i play-off.

La 35° giornata è stata assolutamente negativa per il Potenza che a 50 punti (1.52 punti/partita) si vede insidiato dalla Virtus Francavilla che batte il Catania e si porta a 49 punti(1.49 punti/partita), e dalla Viterbese, che pur pareggiando a Catanzaro, arriva a quota 45 (1.45 punti/partita), ma viste le 2 partite in meno potrebbe ritrovarsi addirittura a 51 scalzando proprio la formazione lucana.

I pericoli però giungono anche dalla Campania e dalla Calabria, perché la Casertana a 47 (1.42punti/partita) e la Reggina a 46 (1.42punti/partita) non accennano a fermare la propria corsa. Da tenere d’occhio anche il Monopoli a 47 (1.42punti/partita) che appollaiato alla finestra aspetta di approfittare degli scontri diretti. La prossima giornata sarà un importantissimo crocevia per la corsa al quinto posto, perché la Casertana sarà in scena al Granillo e la Viterbese invece affronterà il Potenza al Viviani.

Dalla corsa non sono ancora escluse Rende(44), Vibonese(43) e Sicula Leonzio (42) che però dovranno approfittare di eventuali passi falsi delle formazioni che le precedono.

In coda, invece si aspetta solo la prossima giornata che vedrà lo scontro tra Bisceglie (26) e Rieti (34) che potrebbe salvare direttamente gli uomini di Capuano e inguaiare i pugliesi. La Paganese (17) sarà spettatore interessatissimo nella speranza di poter disputare il play-out contro i nerazzurri potrebbe fare un favore anche al Potenza battendo la Virtus Francavilla.

La Viterbese sarà il prossimo avversario del Potenza al Viviani in una sfida tutt’altro che semplice, in quanto i laziali hanno fatto un girone di ritorno strepitoso conquistato 27 punti in 15 partite (media 1.8punti/partita). In termini di gol i numeri dei laziali sono simili a quelli del Potenza 36 gol fatti (1.16 gol/partita) contro i 42 (1.27gol/partita) dai rossoblu. E 33 subiti (1.06 gol/partita) contro i 31 (0.94 gol/partita) presi dal Potenza. Il minimo vantaggio che avrà il Potenza risiede nel fatto che ad oggi la Viterbese non si è mostrata squadra da trasferta, in quanto fuori casa ha conquistato solo 18 punti contro i 27 presi in casa. E ha segnato 13 gol (contro i 23 casalinghi) e ne ha subiti 18. Tra gli scalpi più illustri catturati lontano dalle mura amiche, però ci sono nomi importanti come Catania, Monopoli e Casertana.

I pericoli arriveranno in primis da Polidori che con 8 reti guida l’attacco gialloblu, ma bisognerà stare molto attenti anche a Pacili e Ngissah che lo seguono con 4gol.

La partita di andata si giocò in un momento di scarsa forma per il Potenza che giocando una delle più brutte partite della stagione perse 1-0 in quel di Viterbo venendo giustiziato da un gol di Baldassin.

Per coltivare il sogno chiamato quinto posto, una vittoria Sabato sarà fondamentale, per cui il Viviani dovrà essere stracomo.

Colgo l’occasione per augurare a tutti una buona Domenica delle Palme, ed una serena Settimana Santa.

FORZA POTENZA!!!

*I punteggi sono comprensivi delle vittorie per 3-0 col Matera che matureranno nelle prossime giornate

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Nato a Potenza nel 1992 sono cresciuto in questa città. Essendo sempre stato orgoglioso della mia terra natia, molti dei i miei interessi la riguardano in maniera piuttosto diretta, al tifo per l’Inter ho presto sostituito il tifo per il Potenza Calcio, ad una serata al cinema davanti ad un film straniero ho sempre preferito uno spettacolo in vernacolo potentino, conosco a memoria “Viscledda” e “Lu Braccial” e se mi si chiede cosa voglio mangiare la domenica a pranzo certamente la mia risposta sarà “Strascinati”. Sin da piccolo sono sempre stato appassionato di Storia classica e medievale, e di storie in generale, principalmente mi appassiona la letteratura fantasy, ho letto e riletto più volte la saga di Harry Potter e sono rimasto incantato nel leggere i libri di Tolkien. Da sempre piuttosto negato negli sport, adoro passare serate in sedute di giochi da tavolo e giochi di strategia, in cui il ragionamento conta molto più del valore fisico. A fronte dei miei interessi “umanistici”, ho sempre avuto un buon talento in matematica e con i numeri in generale ho sviluppato un impostazione molto razionale che nel 2017 mi ha condotto al più grande successo, la laurea con lode in ingegneria civile presso l’UNIBAS. Come ogni giovane lucano ho avuto qualche problema ad entrare nel mondo del lavoro, ma oggi collaboro con uno dei migliori studi d’ingegneria potentini, e il futuro… chissà dove mi porterà.

Lascia un Commento