UN GIOVANE LUCANO SUL PODIO DELLA FIERAGRICOLA DI VERONA

0

Giovanni Benedetto

La fieragricola di Verona è l’unica manifestazione internazionale in Italia che presenta un offerta completa delle tecnologie e dei prodotti nel settore della meccanica agricola, dell’allevamento, delle agro-forniture, delle energie rinnovabili e dei servizi per l’agricoltura.
Rivolta a tutti gli operatori del mondo agricolo e attenta alle politiche di crescita comuni e alla sostenibilita, Fieragricola rappresenta un contenitore di eventi e prodotti dal contenuto innovativo. Una vetrina importante per imprenditori agricoli, allevatori, imprese di meccanizzazione agricola, veterinari, costruttori e commercianti di macchine agricole, produttori di mangimi,  agriturismi, attori della filiera corta, ciascuno destinatario di specifici spazi e approfondimenti mirati. L’offerta espositiva ad ampio raggio, i dibattiti, gli incontri tecnici e scientifici, le esibizioni e le prove dinamiche, fanno di Fieragricola un evento ad alto impatto mediatico che anticipa le esigenze del settore, crea relazioni tra gli espositori, i visitatori e le associazioni di settore.
Tra i workshop che organizza fieragricola c’è pure un luogo che valorizza le iniziative dei giovani, lanciando concorsi nei vari settori dell’agricoltura, della zootecnia e della trasformazione dei prodotti.
Tra i concorsi indetti, alcuni hanno riguardato il settore lattiero-caseario e della produzione dello yogurt di latte vaccino. Ebbene, tra i settanta concorrenti un giovane lucano si è classificato terzo.
Si tratta di Giuseppe Rago di Brindisi di Montagna che conduce un’azienda zootecnica di famiglia.
È titolare di ” Sapori di latte” , caseificio di Potenza che produce, trasfoma e commercializza prodotti lattiero caseari compreso gelati, dolci e yogurt rigorosamente di latte dell’azienda familiare.
L’azienda Rago coltiva cereali bio di alta qualità, produce farine per dolci e naturalmente fa del benessere degli animali e della sostenibilità ambientale le sue regole di condotta. FInalmente l’agricoltura lucana, in mano a giovani, incomincia a capire il valore economico della trasformazione dei prodotti e della ricerca della qualità e della genuinità come valore aggiunto dal punto di vista economico. E’ questa la strada per dare una identità alla produzione agricola e zootecnica della Basilicata.

Al giovane lucano la redazione di talenti lucani formula i migliori auguri.

 

Condividi

Sull' Autore

Giovanni Benedetto

Mi sono occupato per 40 anni prima in Rai e poi in Rai way dell' esercizio degli impianti alta frequenza della Rai in Basilicata. Per vent'anni in qualità di quadro tecnico sono stato responsabile del reparto di manutenzione degli impianti alta frequenza: ripetitori, trasmettitori tv e mf, ponti radio e tutti gli impianti tecnologici connessi. Ho presieduto tutta la fase della swich-off analogico- digitale della rete di diffusiva della Basilicata. Nel 90 per tre mesi come tecnico della Rai Basilicata ho lavorato al centro , ibc, di Saxa Rubra, per inoltrare i segnali televisivi e radiofonici provenienti dai dodici stadi accreditati ai mondiali 90, attraverso i ponti radio e i satelliti in tutto il mondo. Ho scritto articoli diffusi dai quotidiani la nuova e il quotidiano, inerenti la storia della ricezione dei segnali televisivi in Basilicata dal 1954 ad oggi e la storia della sede Rai di Basilicata nata nel 1959. Collaboro col periodico di attualità e cultura, " il messo" con sede redazionale ad Albano di Lucania e diretto da Gianni Molinari Scrivo sul periodico " Armonia" edito dall'associazione Rai Senior, un bimestrale nazionale destinato a tutti i dipendenti della Rai.

Lascia un Commento