UN MARZIANO A PIAZZA DEL SEDILE

0

Se anche potesse prevalere la volontà di appoggiare la Giunta centrista di  De Luca, il Centrosinistra arriverebbe comunque tardi all’appuntamento portando voti che non avrebbero peso politico. Caiata ha sparigliato i giochi mettendo l’ex Sindaco in condizione di competere con meno affanno e con molte probabilità di bissare il risultato. Se  va al ballottaggio con Guarente  i voti di una larga parte  degli elettori lasciati liberi dal centrosinistra lo premierebbero ugualmente, senza bisogno di specifiche richieste di aiuto che hanno un costo politico. Il rischio serio per un centrosinistra che non sceglie è di non arrivare al ballottaggio , vista l’indisponibilità di molti a candidarsi. Arrivare a quattro liste sarebbe una vittoria, giacchè né socialisti, né centro democratico, né Progetto popolare, né verdi sono oggi in grado di essere autosufficienti e dovrebbero mettersi insieme per farne una sola. Per non sbagliare L’on.Speranza ripete la stessa mossa fatta con la Lasorella e arriva con il nome del capolista nella persona di Cristiana Coviello, un nome che tutto il centrosinistra dovrebbe correre a sottoscrivere, se molti capi non fossero occupati a disegnare strategie personali di sopravvivenza. La sostanza è che a piazza del Sedile si guarda con occhi strabici, essendo l’attenzione tutta rivolta al Nazareno a Roma e ai giochi correntizi interni. Coviello è un nome super, ma è come dire a voce alta che chi sta dando le carte in Basilicata è Speranza e che il glorioso Pd  , in nome delle ampie convergenze disegnate da Zingaretti, si adegua al nuovo corso. Non so se è rimasto qualche renziano in Basilicata, visto che sulla questione regna un silenzio tattico, ma è chiaro che una convergenza sarebbe esattamente l’inaugurazione in Basilicata di una nuova stagione nei rapporti tra il pd ed i suoi fuoriusciti, cosa alla quale non tutti sono pronti . Le conseguenze di un nuovo disaccordo potrebbero portare LEU a correre da solo ,indebolendo la cordata di cs e convergendo su De Luca al ballottaggio. La giustificazione politica c’è tutta giacchè non ci sarebbe scandalo alcuno ad appoggiare un Sindaco che ha lasciato la destra per incassare i voti della sinistra e oggi è più lontano dalla Lega di quanto lo si possa essere in molte formazioni di sinistra. Ecco perché  Polese si lascia andare ad una dichiarazione il cui senso è  stiamo uniti e scegliamo insieme. Ma altri nomi che possano mettere tutti d’accordo non è facile trovare perchè l’identikit di un possibile vincente  è abbastanza particolare: uno che è stato lontano dalla politica ma che è conosciuto in città, possibilmente uno di centro per la capacità di incidere nel ceto medio delle professioni, uno che non passi come  la prima brava persona che si è riusciti a trovare e uno che conosca i problemi e dia soluzioni  e che sopratutto sia capace di bucare le telecamere e di introdurre nella competizione verve e passione. Praticamente un marziano.  ROCCO ROSA

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento