VARIANTE BRIENZA, ABBATTUTO L’ULTIMO DIAFRAMMA

0

“È stato abbattuto l’ultimo diaframma della galleria che consentirà di bypassare l’intero abitato di Brienza: il più importante cantiere di Basilicata procede velocemente e di questo siamo enormemente soddisfatti e per questo motivo vogliamo ringraziare i tecnici, i professionisti e gli addetti dell’impresa costruttrice, che si stanno dando un gran da fare per consegnare il tracciato alla comunità”. Lo ha dichiarato l’assessore regionale ad Infrastrutture e Trasporti, Donatella Merra, che oggi ha partecipato – insieme ai vertici di Anas, ai rappresentanti dell’impresa costruttrice e alle maestranze – alla cerimonia di abbattimento dell’ultimo diaframma della galleria Casola, nel cantiere Brienza, sulla statale 95. “Si tratta – ha proseguito l’esponente della giunta lucana, che già a luglio era intervenuta all’abbattimento del diaframma della galleria di San Giuliano – di lavori straordinari che stanno vedendo la conclusione nelle parti più complesse e delicate e nel rispetto del cronoprogramma. Sono in fase di avanzamento, tra l’altro, anche i lavori relativi alla strutturazione dei nuovi viadotti”. L’intervento complessivo sulla Tito-Brienza, per circa 125 milioni di euro, riguarda la realizzazione di due gallerie e di cinque viadotti. “Se l’andamento dei lavori resterà tale – ha proseguito l’assessore – nella prossima estate questa nuova viabilità sarà percorribile e dalla Basentana si potranno raggiungere più rapidamente la Val d’Agri e l’Autostrada A2. Allo stesso tempo – ha concluso Merra – si andrà ad abbattere sostanzialmente il carico di traffico nel centro abitato di Brienza, soprattutto quello pesante”. AGR  

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi