VINILYCA 2019

0

di ROCCO PESARINI

 

 

Prende ufficialmente il via, venerdì 15 novembre, Vinilyca 2019, la kermesse  giunta alla terza edizione che ho ideato e che organizzo insieme a SonoricaMente.

Il grande ed inaspettato ritorno dell’ascolto della musica in vinile “gira nell’aria” da diversi anni ma ormai sempre più artisti decidono di pubblicare i propri dischi utilizzando questo “nuovo” supporto.

Strano davvero il destino del disco in vinile: sembrava ormai un cimelio del passato, un feticcio di anni ormai sempre più lontani nel tempo e nella memoria, soppiantato da nuovi supporti e nuove tecnologie ed invece eccolo li, rispuntare da cantine polverose e piene di ragnatele per tornare a nuova vita, quasi si possa e si debba parlare di resurrezione del vinile.

Compact disc, mp3 ed altre ”cose tecnologiche” del genere continuano, secondo me, ad esser troppo fredde e distaccate per chi, invece, vuol ascoltare la “fisicità di un disco e della musica in genere”.

Perché è indubitabile che accarezzare, toccare, ammirare, sentire l’odore di una copertina o di un disco in vinile è un’esperienza decisamente più completa ed appagante rispetto al cliccare un tasto su un computer o ad inserire un dischetto in un lettore.

Ecco: la “resurrezione” del vinile dipende, secondo me, dal ritorno del desiderio per la “fisicità della musica”.

Se a questo poi aggiungete il piacere di un ascolto condiviso, in alcuni frangenti raccontato e narrato, di una canzone o di un album, magari accompagnato da una buona pietanza o da un gustoso panino, da una birra sfiziosa o da un calice di buon vino, cogliete e potrete cogliere perfettamente lo spirito che, da tre anni, spinge me e i tanti compagni di viaggio a metter su il programma di Vinilyca.

Anche quest’anno, insieme ad amici ed appassionati, musicisti, locali, librerie, associazioni, attraverso sfide viniliche, eventi a tema, raccolte fondi beneficenza, talk – show, spettacoli teatrali, dibattiti, cercheremo di sfiziarci e di divertirci, ascoltando, respirando e parlando di Musica., condividendo tutti insieme la passione e l’amore per la musica e per il vinile, abbinando cultura, storia, enogastronomia e convivialità.

Nelle prime tre serate, tre sfide viniliche avvincenti: Brunori Sas contro Rino Geatano (il 15 novembre alla Birroteca), Depeche Mode contro Pink Floyd (il 16 novembre al Vintage) e Lucio Battisti contro Fabrizio De Andrè (il 17 novembre al ristorante Fuori Le Mura).

Sempre domenica 17 novembre alle 18.00 invece, presso la Libreria Mondadori, Asta Vinilica con gli Amici dell’Hospice. Attraverso un’asta “senza grandi pretese” di dischi in vinile (gentilmente donati da Pippo Basile), raccoglieremo fondi con l’unico obiettivo di comprare e donare all’associazione Amici dell’Hospice ed al Reparto Hospice dell’Ospedale San Carlo di Potenza, un giradischi ed un impianto per consentire, a pazienti e loro parenti, di poter godere, stesso in reparto, della bellezza dell’ascolto in vinile della grande musica. Il tutto con la collaborazione sempre preziosa di Firefly.

Doppio evento nel week – end 23 e 24 novembre.

Il 23, presso l’Auditorium del Seminario, Giampiero D’Ecclesiis, Dino De Angelis, Gianni Mercury ed altri ospiti, nell’ambito del progetto Una Musica può dire e con l’ausilio dello spazio culturale XIII Gemina, ci racconteranno e ci parleranno, a distanza di 40 anni esatti, del terremoto del 1980, cercando di donarci e di ricostruire emozioni, sensazioni e ricordi legati a quel triste episodio della nostra storia recente.

Il 24 invece sarà il turno dell’ormai collaudato e rodato talk show I nostri vinili presso la Libreria Mondadori. Con la conduzione sempre magistrale di Massimo Brancati, quest’anno toccherà a Ivana Pipponzi, Oreste Lopomo e Michele Somma, raccontarci i loro “ricordi vinilici” con aneddoti e curiosità, sempre, ovviamente, facendo girare sul piatto i loro dischi preferiti.

Chiusura della kermesse il 29 e il 30 novembre.

Il 29, di nuovo alla Birroteca, sfida vinilica stavolta non tra band o cantanti ma tra album! Si sfideranno infatti The Wall dei Pink Floyd (difesi da Enzo Restaino) e London Calling dei Clash (difeso da Rocco Vicenza).

Gran finale il 30 novembre alla Libreria Mondadori con un multievento interamente dedicato ad un anno strepitoso: il 1969.

Omaggeremo prima i 50 anni della pubblicazione dell’album Led Zeppelin II. Sarà poi la volta del tributo doveroso a Woodstock, il più grande concerto di tutti i tempi. E chiuderemo con il ricordo e l’omaggio ad un evento storico e sicuramente irripetibile: lo sbarco sulla Luna.

In questo evento finale potrò personalmente ringraziare Lino Schiavone, Pippo Basile, Vincenzo Gerardi, Massimo Brancati, Carmen Cangi, Angela Santopietro, Erika Dagrosa, Giuseppe Telesca, Enzo Restaino, Giampiero D’Ecclesiis, Rino Baldassarre, Pino Quartana, Elda Rizzitelli, Annalisa Paoliello, Giovanna Vignola, Afra Pace, Gianrocco Guerriero, Nicola Cavallo e tutti coloro che si sono spesi per questa terza edizione di Vinilyca.

Una terza edizione che, speriamo, vi piacerà come le prime due.

Sempre senza grandi pretese.

Ci vediamo… ci sentiamo… SEMPRE E SOLO IN VINILE!

Condividi

Sull' Autore

Rocco Pesarini

Lascia un Commento