EX MIM DI ATELLA, I CARABINIERI SCOPRONO DEPOSITO DI ECOBALLE

0

Stamani la scoperta da parte dei carabinieri di ecoballe nella ex Mim, azienda rifilata dal noto faccendiere Pirovano, l’angelo del terremoto che veniva dal cielo con un elicottero e che ottenne il finanziamento di 20 aziende bidone, e fu arrestato dal Procuratore Lancuba della procura di Melfi e poi condannato. Pirovano, geometra di Como poi immediatamente architetto in corso d’opera, riuscì con la complicita’ di alcuni della struttura speciale guidata all’epoca dal noto ing.Pastorelli ad appropriarsi di ingenti finanziamenti e fece anche un capolavoro:  ottenne il finanziamento per l’azienda orafa italo cinese, prima Centro orafo di Tito, poi quattro nomi diverse e tre bancarotte.  L’azienda non ha mai prodotto neanche un grammo di oro tenuto conto che la Cina non poteva, per norma costituzionale, esportare oro. L’azienda, tuttora in gestione fallimentare, nei capannoni conserva macchinari imballati mai rimessi sul mercato. L’ Asi non ha mai provveduto in questi anni a fare qualcosa per darle un futuro.  E pur vero che L’Asi ora in liquidazione ha altre grane. Questa mattina i Carabinieri hanno scoperto e posto sotto sequestro il sito e va detto che  non è il primo capannone che trovano pieno di rifiuti : la prima volta, un anno fa a Baragiano, una scoperta analoga.. Resta da capire perché i responsabili del controllo dei siti di proprietà asi, nell’ambito di quel poco che rimane del patrimonio dell’ente, non si siano accorti del traffico delle ecoballe. Toccherà al liquidatore intervenire e fare chiarezza su questo sito ed altri non di proprietà presi di mira da ladri di rame, di attrezzature, servizi igienici e materiali da riciclare nel ciclo della costruzione.  Pietro Simonetti

( COPERTINA, IMMAGINI DI REPERTORIO)

 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi