BENNARDI SCIVOLA SUI BINARI

0

Non ci ha fatto una bella figura il sindaco di Matera con quelle sue dichiarazioni trionfalistiche sull’avvio entro dicembre del rush finale nella realizzazione della Matera-Ferrandina, così come emerso nell’incontro avuto con la commissaria straordinaria di Ferrovie Italiane, Vera Fiorani. Non perché si è appropriato del lavoro degli altri senza manco citarli, che già questo basterebbe a definire la mediocrità di un personaggio pubblico, ma perché incalzato sulla vera scelta che il Comune di Matera doveva fare sulla prosecuzione della tratta verso Bari,  si è meschinamente defilato per non inimicarsi il vero antagonista di questo progetto, che sono le FAL, interessate a gestire l’esistente e a non farsi mettere fuori gioco nella distribuzione delle risorse del PNRR che stanno per arrivare. Come si sa, la questione che è stata sollevata dagli imprenditori, dalle organizzazioni di categoria e da alcuni settori della politica, e segnatamente da Italia Viva con Luca Braia da una parte e la Bellanova con la sponda romana, è quello di mettere il tracciato al servizio della nuova zona ZES, con l’importante centro logistico di raduno delle merci e il conseguente smistamento. Una ferrovia che arriva a Matera e non può proseguire se non per i passeggeri è come uno che è costretto a camminare su un piede solo. E dunque da tempo si sollecitava il Sindaco di Matera a prendere una posizione rispetto alla vecchia Amministrazione che si era resa responsabile di un affiancamento alle ipotesi di lavoro delle Fal, con un progetto che puntava a collegare la stazione di Venusio con Matera centrale con un ulteriore tratto di binario a scartamento ridotto ,tale da inserirsi nella linea esistente, si fa per dire, tra Matera e Bari. Su queste cose il Sindaco ha sinora  detto “ni” , dimostrando una debolezza programmatica che fa paura e riducendo di molto le speranze di quanti pensavano che a Matera ci fosse finalmente aria nuova.   Ora, che si faccia bello del lavoro degli altri, ci sta, perché è costume ormai diffuso che chi arriva si prende i meriti per quello che trova e getta le colpe sul passato per le cose che non sono state fatte. Così come il nuovo comportamento non si è visto per la scelta dei collaboratori, continuando esattamente sulla scia di quelli che aveva criticato. Ma che non faccia prendere una posizione forte, netta, sulla prosecuzione della tratta e sulla direzione che essa deve prendere, mettendosi, come sarebbe giusto, alla testa di una rivendicazione della città è grave ed è indice di una mediocrità politica che Matera non merita. Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi