A MATERA PROGETTO “ANTARES”: EDUCARE, CONOSCERE E CONVIVERE CON GLI AMICI A 4 ZAMPE

0

Lidia Lavecchia

LIDIA LAVECCHIA

Sabato 29 gennaio nell’aula Magna dell’Istituto Agrario “G. Briganti” di Matera, avrà termine la serie di incontri del Progetto ANTARES sull’educazione dei proprietari di animali da compagnia per rendere la convivenza, per entrambi, felice e armonica.
Con questo obiettivo l’Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Matera, l’Istituto Zooprofilattico di Puglia e Basilicata, Sezione di Matera e l’Istituto d’Istruzione Superiore “A. Turi” di Matera, hanno organizzato un ciclo di tre incontri, volto ad una educazione, conoscenza e convivenza uomo-animale, coinvolgendo gli alunni dell’Istituto Tecnico Agrario “G. Briganti”.

La Presidente dell’Ordine dei Medici Veterinari Filomena Montemurro ricorda che: “In qualità di Medici Veterinari occorre ricordare come la prevenzione sia preferibile alla terapia e che il possesso responsabile sia un dovere essenziale per creare una sana convivenza con gli animali di famiglia e con la società, per rendere ancora più saldo e soddisfacente il rapporto con il proprio animale. Il progetto, continua la Presidente, sarà allargato nei prossimi mesi anche ai cittadini materani che potranno iscriversi gratuitamente ai corsi. Il nostro precipuo obiettivo è quello di consolidare la figura del Medico Veterinario, un presidio sanitario a fianco dei cittadini e delle Istituzioni che come Ordine desideriamo porre al centro della società, viste le nostre molteplici competenze”.

Gli animali con cui condividiamo la vita quotidiana rappresentano nel nostro Paese oltre sette milioni e spesso non si comprende come bisogna prendersene cura. Spesso, infatti, molti proprietari non conoscono fino in fondo il proprio compagno a quattro zampe, manifestando un crescente bisogno di consigli da parte di esperti professionisti per gestirne al meglio il comportamento.
Partendo da questa analisi, l’Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Matera, l’Istituto Zooprofilattico di Puglia e Basilicata, Sezione di Matera e l’Istituto d’Istruzione Superiore “A. Turi” di Matera, hanno organizzato un ciclo di tre incontri, che si terranno nel mese di gennaio 2022,  volto ad una educazione, conoscenza e convivenza uomo-animale, coinvolgendo gli alunni dell’Istituto Tecnico Agrario “G. Briganti”.
Questi incontri saranno tenuti da Medici Veterinari che affronteranno le diverse tematiche nei processi di integrazione degli animali da compagnia nella nostra società. “Si analizzerà il comportamento dell’animale nel corso del suo sviluppo, la sua interazione con il proprietario, i problemi legati all’aggressività e quindi agli errori più comuni, per finire nell’ultima giornata del corso con le zoonosi, le malattie trasmissibili da animale a uomo, fino alle diverse cause di avvelenamenti.” Ha spiegato il dottor Francesco Locantore dell’ordine dei medici veterinari della provincia di Matera. “Con il progetto Antares cerchiamo di sensibilizzare ed istruire i ragazzi delle ultime classi dell’istituto agrario ad un tema importante: il benessere animale. Il mio intervento sarà principalmente centrato sulle zoonosi e le patologie trasmesse dagli animali all’uomo di cui ne tratterò qualcuna: quelle che vengono considerate le più importanti questo anche perché in un momento storico così complicato che stiamo attraversando, ovvero quello della pandemia da coronavirus, andare a sottolineare alcune situazioni importanti che vedono implicati gli animali nella trasmissione delle malattie è essenziale farlo, in quanto le zoonosi sono un problema importante da un punto di vista sanitario ed oggi, viaggiando nel concetto che è quello della One Health, quindi “una sola salute” che vede coinvolti gli animali, l’ambiente e l’uomo, l’intervento della medicina veterinaria riveste un ruolo centrale.”

Secondo Mariagrazia Piccinno, coordinatrice del progetto, “Il cane, spesso, viene inserito in un contesto umano, non sempre adeguatamente preparato a questa importante e, per certi aspetti nuova, convivenza. Molti dei problemi comportamentali diagnosticati nei cani domestici ha talvolta causato una antropomorfizzazione che spesso va a ledere il benessere dell’animale in quanto non vengono rispettate le sue caratteristiche etologiche. Una divulgazione di informazioni corrette, basate sulle conoscenze scientifiche ed espresse con un linguaggio semplice, consentirà di comprendere quali siano le esigenze e le modalità di comunicazione con il cane e i comportamenti non corretti al fine di evitare situazioni che possano incorrere in conseguenti problemi”.

L’importante è trattarli, considerarli nella giusta maniera, con i tempi richiesti, comprendendone le esigenze di cura e attenzione, perché questi animali, veri e propri componenti delle nostre famiglie, siano trattati e rispettati come meritano, contrastando fenomeni come l’abbandono di questi splendidi amici a quattro zampe.

A tal riguardo, nei prossimi mesi saranno infatti trattate alcune tematiche relative al Pronto Soccorso Veterinario, le buone pratiche nel canile, in vista della nuova promulgazione del bando per la gestione dello stesso e il progetto del patentino per i proprietari degli animali domestici.

Si è evidenziata l’importanza di accostarsi a questi temi da parte della politica e delle istituzioni, che devono sensibilizzarsi sempre di più al benessere degli animali, che sono diventati sempre più importanti nella vita di coloro che scelgono di fare la meravigliosa esperienza di far entrare nella loro vita e in quella dei loro cari, un amico a quattro zampe. Sottolineando, inoltre, come sia importante, alla luce della numerosa presenza di trovatelli presenti presso i nostri canili, circa 500 in quello di Matera, decidere di adottare in primo luogo questi ultimi piuttosto che acquistare cani di razza.

Nota importante è che verranno inoltre promossi, nei prossimi giorni, dal Prefetto, una Conferenza di servizi, che veda riuniti intorno al tavolo i principali attori coinvolti nelle problematiche di incidenti stradali con animali, con il fine ultimo di indicare delle linee guida di comportamento da parte di ciascuno. Infatti, attraverso l’interlocuzione con l’assessore all’ambiente e alla sostenibilità del Comune di Matera Giuseppe Digilio, con delega al benessere degli animali, l’ordine dei veterinari della Provincia di Matera ha realizzato un vademecum che sarà oggetto, lunedì 24 gennaio, di un tavolo promosso dal Prefetto di Matera, per sottoscrivere un protocollo di intesa tra le amministrazioni e gli enti interessati per la presa d’atto delle linee guida sui comportamenti da adottare in caso di incidenti in cui sono coinvolti animali e su come agire in caso di emergenza.

Un segnale forte di civiltà e progresso al quale la città di Matera, molto sensibile ai temi riguardanti il benessere dei nostri amici a 4 zampe, ha giustamente deciso di sposare con iniziative valide e lungimiranti.

 

 

Condividi

Sull' Autore

Lidia Lavecchia

Rispondi