..A META’ ESTATE ARRIVANO LE NAVETTE PER BARI-PALESE

0

PIO ABIUSI*

              

I Collegamenti aggiuntivi del Comune di Matera con l’Aeroporto di Bari e la Stazione di Ferrandina Scalo vedono la luce con ritardo come al solito, è un fatto  consolidato negli anni a partire dal 2019.

 Lo scorso anno i “Portavoce” del Movimento 5 Stelle presenti in Consiglio Regionale curarono, nel tentativo di attivare  il servizio come al solito in ritardo, un  loro avviso al pubblico con richiesta di manifestazione di interesse  per l’affidamento del Servizio di Navetta  Matera-Bari Palese e Viceversa; eravamo in campagna elettorale! La storia si è ripetuta malgrado oggi una parte consistente  della coalizione che amministra il Comune di Matera  appartenga al Movimento 5 Stelle ed appartiene al Movimento anche il primo cittadino.

Con notevolissimo ritardo è stata bandita una procedura negoziata curata dalla SUA della Provincia di Matera, il Comune non è statp capace di curare un bando di gara,  ad un importo a base di gara che potrebbe portare ad un presunto danno erariale. La stessa cosa, ad onor del vero, si verificò nel Gennaio 2019 ma l’amministrazione comunale  dell’epoca vi pose positivamente rimedio.

 In premessa già lo scorso anno quando venne interpellato, con il solito ritardo, il precedente affidatario e cioè il Cotrab, gli  si chiese di effettuare il servizio al corrispettivo chilometrico pari all’anno precedente , poco più di 1,60€ , in attesa di adeguamento del prezzo tenuto conto che vi era una vertenza in corso con la Regione Basilicata ed era intervenuta una sentenza  del Tar di Basilicata, la  n.462/2020, che metteva un punto fermo. Da allora e con un ritmo serrato si sono susseguiti incontri tra i rappresentanti del Cotrab e della Regione Basilicata per addivenire ad un accordo ponte in attesa, sperato  ed improbabile  che dal 1 Dicembre 2021 vada in vigore il nuovo contratto di esercizio del Trasporto Pubblico Locale Regionale.

La delibere di giunta regionale  N° 220 del 19-3-21 afferma testualmente quanto segue: “in chiusura della fase negoziale il Co.Tr.A.B. si è reso favorevole alla prosecuzione consensuale dei servizi di TPL di che trattasi a fronte del riconoscimento del corrispettivo contrattuale unitario pari a 1,80 €/km oltre IVA, inferiore ai valori medi di corrispettivo calcolati per i servizi extraurbani nell’ambito degli studi fatti per la definizione del Piano di Bacino e comunque inferiore al valore di 2,00 €/km, oltre IVA ,  per il periodo 01/07/2020 –30/11/2021, assumendo una serie di impegni di competenza, quali, fra l’altro, la riprogrammazione dei servizi richiesta dalla Regione”. La prosecuzione del servizio vi è stata mentre la riprogrammazione non è ancora avvenuta perchè sono sorti problemi contabili ma che nulla hanno a vedere con il prezzo a KM. I problemi contabili sono in carico alla Regione perchè non aveva le risorse per pagare il debito che si è creato nei confronti dei gestori del trasporto pubblico ed è per  questo che il Consiglio regionale di Basilicata ha approvato  la legge che riconosce i debiti fuori bilancio: 62milioni di disavanzo che la Regione proverà a recuperare in 3 anni ed è stata riconosciuta la legittimità di debiti fuori bilancio per 36.524.005,95 per l’acquisizione di servizi derivanti da contratti con Trenitalia S.p.a., Ferrovie Appulo Lucane S.r.l. e, per il tramite delle province di Potenza e di Matera, con il Consorzio Tra-sporti Aziende Basilicata (Cotrab). Con queste risorse si potrà far fronte al maggior impegno riveniente dal contratto ponte che decorerà dal 1 Luglio 2020 al 30 Novembre 2021 ed alla relativa riprogrammazione dei servizi .

Il Comune di Matera ha fatto,invece, una procedura negoziata che parte da 1,98 €/km pari al 10% in più rispetto rispetto a quanto la Regione Basilicata paga per  il Trasporto Pubblico su gomma  nell’ambito del TPL e si è conclusa con un prezzo di poco inferiore a quello messo ad asta e comunque superiore a quanto la Regione Basilicata. Quanto detto potrebbe connotare un danno erariale. 

 Trenitalia dal 1 Luglio al 30 Agosto ha istituito un link  che con partenza alle 7,00 da Maratea arriva allo scalo di Ferrandina alle ore 9,30 e fa ritorno a Maratea  alle 21,30 con partenza dallo scalo di Ferrandina alle 19,00.  Il servizio che  Trenitalia avrebbe istituito per l’estate  era noto già dal 15 Maggio e solo adesso il Comune di Matera ha predisposto la coincidenza.  Le menti programmatorie che oggi amministrano il Comune di Matera  hanno pensato di fare tratta unica  Ferrandina Scalo- Bari Palese con passaggio per Matera , ignorando che sono due tratte distinte e separate  con caratteristiche del tutto diverse e come è tradizione  l’ultima corsa in partenza da Bari Palese dovrebbe assicurare la copertura dell’ultimo volo della giornata e dovrebbe lasciare l’aerostazione non prima delle 0,30; questo significa che l’autobus arriverebbe allo Scalo di Ferrandina, dopo essere transitato per Matera,   alle 2,00 di notte quando anche Dracula è già andato via. Il richiamo a Dracula ci sembra opportuno per chiederci  quando gli apprendisti stregoni  che oggi sono in Comune apprenderanno l’arte della stregoneria? 

 

*OSSERVATORIO AMBIENTE E LEGALITA’

 

 

Condividi

Sull' Autore

Pio Abiusi

Pio Abiusi

Rispondi