BARDI E IL PERICOLO DI UNA IMPALCATURA DEBOLE

0

La mia opinione, già espressa ieri, è che il Governatore Bardi abbia scelto la soluzione politica che più offre solidità al nuovo esecutivo, mettendo gli eletti ( ad eccezione di uno che non è riuscito a farcela ma che rappresenta pienamente il proprio partito)  e creando il meccanismo del subentro che allarga la platea del Consiglio con lo scorrimento delle liste. Il contrario di quello che fece cinque anni fa Marcello Pittella, preferendo cominciare con esterni, peraltro alcuni provenienti da altre realtà territoriali,. La scelta di Bardi va compresa dal punto di vista strategico, anche se ha lasciato l’amaro in bocca in chi si aspettava un esecutivo di alto profilo. E’ una scelta che tiene tutti dentro e che non si espone a fibrillazioni di vario genere, nonostante il segretario regionale della Lega Cappiello sia di diverso avviso: per lui Matera è stata discriminata nella Giunta e la lega è stata penalizzata rispetto a Forza Italia. Una posizione legittima ma che non scalfisce il nucleo forte che si è creato con le elezioni dove tre territori ben configurati , i potentino, melfese e val d’agri, si trovano anhe ben rappresentati.

Se l’esecutivo è solido, non si può dire, oggi, che sia di alto spessore. Due sono i sindaci in giunta “,storici” per età , più che passati alla storia nella conduzione dei rispettivi Comuni, c’è un assessore esterno che è stato su tutti i problemi dal lato dell’opposizione, e ci sono giovani che debbono dimostrare quanto valgono nell’esercizio di governo di una Regione. Il precedente di Pietrantuono è stato estremamente positivo e lascia ben sperare circa l’innesto dio energie giovani.

Ma se è comprensibile ,dal punto di vista della tenuta dell’Esecutivo, la scelta degli eletti , rimane il problema di una conduzione generale che deve dimostrare efficienza, competenza e capacità di gestione politica, nel senso che non ci si può permettere a questo punto di sbagliare sul meccanismo di selezione dei direttori generali della regione. Una cosa è la conduzione politica, dove l’eletto ha un credito di consensi da spendere, altra è la conduzione tecnico- manageriale che non può permettersi la replica  di un meccanismo fiduciario collegato alla politica. Se questo avverrà, il destino del Governo Bardi è presto segnato, avviandosi verso una esperienza modesta, di risoluzione dei problemi man mano che si presentano, di un vivacchiamento alla giornata. Qui ci vogliono persone che sono dotate di un forte background  , di una preparazione non superficiale , di competenze professionali di tutta evidenza, di capacità strategiche,  di conoscenza di strumenti. Insomma un profilo alto ed una provenienza non politica, ma professionale.  Diciamola tutta: col centrosinistra la politica riusciva a compensare le due esigenze perchè molti dei politici erano anche profondi conoscitori delle materie (  per tutti valga De Filippo, uno che si metteva sotto le ascelle i tecnici di tutti i dipartimenti), con questa svolta politica non si può procedere al buio ma occorre che almeno una delle due gambe sul quale cammina l’Amministrazione sia solida e muscolosa. Ecco dunque dove l’opinione pubblica aspetta veramente il neo presidente: o si prende la responsabilità di dettare regole ferree sulla scelta della dirigenza, oppure , essendo non certo un giovanotto e non potendo sopperire a tutte le defaillance dell’apparato, finirà col soccombere sotto una impalcatura di mediocritàL’esperienza di questo gionale ,che non a caso si chiama “talenti lucani”, ha portato a scoprire tante intelligenze lucane nel mondo, tantissimi  giovani manager che stanno facendo la fortuna delle aziende nelle quali lavorano. Si tenga conto anche di questo sguardo più ampio, non riducendo la scelta ad una ripartizione tra partiti.  I tempi sono cambiati e un segnale forte di cambiamento sarebbe il benvenuto da tutta la gioventù lucana, dentro e fuori i confini geografici. Le abbiamo le risorse umane, SIg. Governatore! Di prestiti da altre regioni non abbiamo bisogno. Rocco Rosa.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento