BARDI PUNTA SUL ROSSO , CICALA VEDE NERO

0

ROCCO ROSA

­

Certo deve essere dura per il Sindaco di Viggiano che aveva impostato la sua campagna elettorale sui nuovi rapporti con l’Eni e sull’effetto occupazionale che ne sarebbe risultato anche a seguito della nuova strategia di transizione constatare di essere diventato uno sconosciuto per la nuova dirigenza della società petrolifera. Lui, Amedeo, il fratello  politicamente robusto dei Cicala’s, autore dello sgambetto a Pittella e di quella sceneggiata col casco giallo, simbolo della resa alla grande industria milanese e di ubbidienza alle relazioni salviniane. Ora che da viale Verrastro  è arrivato il segnale che sulle questioni petrolifere si parla solo col generale o con Cupparo, il Sindaco di Viggiano si sente espropriato in casa sua e a costo di fare uno sgarbo al fratello che conduce in tutta mitezza il suo mandato di presidente dell’Assemblea come uno che sta facendo il suo viaggio di nozze con la politica , si è messo ad attaccare a testa bassa il presidente Bardi e la sua giunta, colpevoli di immobilismo e di perfetta continuità con il passato. Il Sindaco di Viggiano non ha dovuto trovare molte parole per spiegare il suo gesto ed ha ripetuto le stesse accuse che tre mesi fa il consigliere Zullino aveva lanciato, sia chiedendo il commissariamento della sanità, sia attaccando Bardi sul cambiamento che non si vede. Ovviamente tutto questo non è la spia di una situazione in movimento, ma la luce rossa di una situazione che rimane ferma, con il fronteggiamento fra leghisti potentini e leghisti di periferia che non riescono a trovare un accordo e si scontrano con largo anticipo per quell’unico posto che forse si risucirà a spuntare alla prossima avventura parlamentare.  E’ tutta goduria per il Presidente Bardi e per Forza Italia che ormai vanno avanti non solo convinti di avere la situazione in pugno ma anche fiduciosi dei cambi di scenari che si stanno verificando a Roma e che sanciscono un certo allontanamento tra il Cavaliere e Salvini. Condizione per poter andare tranquilli è ,per Bardi, il fatto di non cambiare assolutamente nulla nell’assetto di giunta. Ragion per cui ha fatto dell’avocazione a sé delle problematiche più scottanti il collante per mantenere lo status quo, sopperendo alle evidenti defaillances di qualche suo assessore. Però la pandemia sta diventando incandescente e se non si trovano rimedi forti il palazzo di viale Verrastro rischia di essere bersaglio del malcontento generale. Niente di strano se sotto sotto si confida nel semaforo rosso per la Basilicata. 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi