ELEZIONI, QUELLO CHE SI MUOVE SOTTOTRACCIA

0

Solo la conoscenza delle liste consentirà di argomentare sui possibili esiti della campagna elettorale che si apre in basilicata. I sondaggi ad oggi si attestano su una opinione politica generale, un “ sentiment” come dicono i sociologi sulla propensione verso chi meglio interpreta l’orientamento elettorale delle persone. Le elezioni territoriali o locali introducono però una formidabile variante, data dall’intraprendenza dei candidati, dalla loro autorevolezza, dalla capacità di raccogliere consensi. E sovente il numero delle liste ha ipotecato il risultato finale. Questo per dire che quel 36 per cento di cui oggi i cinque stelle godono, deve scontare un calo derivante dal fatto che da sinistra e da destra ci saranno molte liste che corrono in coalizione  ognuno sottraendo consensi nei paesi, all’interno delle famiglie, delle categorie, delle professioni. Se la situazione  di partenza fosse calcolata sulla partecipazione di tre forze , centrodestra, centrosinistra e cinque stelle, la stima del consenso varierebbe di pochi punti percentuali tra le concorrenti, tutte nella possibilità di arrivare intorno al 30 per cento teorico. Ma di partire insieme,nel centrosinistra non se ne parla e si sta discutendo se fare due o addirittura tre formazioni, con grande gioia delle forze alternative che vedono una coalizione autoescludersi dalla corsa al primo posto. Invano si succedono gli appelli a stare insieme : l’ultimo è quello di Franco Mollica che alla collezione di sigle di partito che lo hanno visto transitare, ne ha aggiunta  un’altra , “ centristi per il meridione”. C’è chi colleziona giubbotti militari e chi sigle di partiti e movimenti!. Anche questo ennesimo appello però andrà perduto. Ormai la storia del centrosinistra si è spostata sul terreno dell’ultimo scontro tra la casta di provenienza Dalemiana e Bersaniana e Marcello Pittella, considerato l’intruso che ha destabilizzato un potere ventennale senza riuscire a sconfiggerlo. Il finale è scritto, e si è ridotto lo spazio persino per  i miracoli. Questa discesa verso la resa dei conti, fa, per contrasto, salire di molto le possibilità del centrodestra di attestarsi come prima forza, potendo la coalizione contare su almeno cinque liste. Quella del Presidente,  della Lega, di F.lli d’Italia, quella del consigliere Benedetto e di almeno una lista civica, quella di Belmonte, che però ha già dichiarato di correre solo se il candidato Governatore è Cannizzaro. Sulla capacità di chiudere una lista per Forza Italia c’è chi esprime qualche dubbio, mentre si fa sempre più concreto il soccorso di Caiata ad una lista di appoggio alla destra salviniana.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento