FANNO I DURI SULLA PELLE DEL SUD

0
“Chiedo al Governo se è cosciente che in questo inutile e dannoso braccio di ferro tra Italia e Europa sulla manovra, i veri perdenti saranno le Regioni che si vedranno sospendere i fondi di coesione”. Così il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi in una nota, definendo “molto preoccupante” quanto evocato del capo di gabinetto del Commissario europeo per la Politica regionale Corina Cretu, la settimana scorsa, a Reggio Calabria, sul rischio di perdita dei fondi Ue per le politiche di coesione, per i Paesi che non rispettano il Patto di stabilità. La possibilità è prevista dal meccanismo della ‘condizionalità macro-economica’, ricorda Rossi, “ossia il vincolo che lega i fondi di coesione al rispetto delle norme di governance economica europea. La condizionalità non è stata mai applicata anche se Spagna ed Portogallo ci sono andate molto vicine”. “La manovra inviata al Parlamento, nei numeri non cambia – osserva il governatore -. Ad oggi sappiamo che se l’Italia non accoglierà le richieste di Bruxelles, rischierà una sanzione pari allo 0,2 percento del suo Pil, quindi parliamo già di 3.4 miliardi di euro. Ma in un clima di scarpe sbattute sui tavoli e di mancanza di dialogo, l’applicazione della ‘condizionalità macroeconomica’, come ha ricordato il Capo Gabinetto del Commissario Crețu, è un rischio reale che potrebbe ancora una volta minare importantissime misure destinate allo sviluppo dei territori, specialmente al Sud”. “Insomma – avverte il presidente della Regione Toscana – se il Governo pensa di finanziare il Reddito di cittadinanza con i fondi di coesione ha sbagliato i calcoli, perché rischia che questi fondi gli saranno sospesi prima e le Regioni ne pagheranno le spese più di tutti. Se pensiamo alla programmazione in corso, parliamo a livello italiano di quasi 45 miliardi di euro per sette anni, a cui va aggiunto anche il co-finanziamento nazionale con cui arriviamo a 76 miliardi di euro, che potenzialmente potrebbero essere sospesi”
Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento