I FIGLI MINORI DI MATERA 2019

0

PUBBLICHIAMO LA NOTA CHE IL PRESIDENTE DELI BALNEATORI LUCANI HA PREDISPOSTO PER SOLLECITARE LA PROROGA QUINDICENNALE DELLE CONCESSIONE DEMANIALI, IN BASE ALLA LEGGE NAZIONALE APPROVATA LO SCORSO ANNO CHE DEROGA PER QUESTO TEMPO ALLA APPLICAIZONE DELLA DIRETTIVA EUROPEA . E’ UNA RICHIESTA SACROSANTA PERCHE’ NON SOLO TRANQUILLIZZA GLI IMPRENDITORI MA CONSENTE LORO DI PROGRAMAMRE QUEGLI INVESTIMENTI PER MIGLIORARE L’OSPITALITA’. MA POSSIBILE CHE DOBBIAMO SEMPRE ESSERE I PRIMI QUANDO C’E’ DA TOGLIERE E GLI ULTIMI QUANDO C’E’ DA DARE. E A CHI SERVE IL BRACCINO CORTO SE A PERDERCI E ‘L’INTERA REGIONE?

 

“Matera 2019 Capitale Europea: Valorizzare anche  il Comparto Balneare Con La Proroga delle  Concessioni Demaniali Marittime”

Gli Assi nella Manica della Regione Basilicata sono  di abbracciare i propri Ospiti in una infinità di emozioni e sensazioni uniche nel suo genere. Un insieme di itinerari, piazze vicoli rupestri, insomma un museo a cielo aperto. Tutto questo progetto però cade in totale contraddizione, in quanto la meravigliosa Costa della Basilicata ha un ruolo di cenerentola dello sviluppo dell’accoglienza balneare. Inizialmente la regione Basilicata      è stata tra  le  prime Regioni italiane  ad applicare ed deliberare  la legge n.145 del 30 dicembre 2018 fatta dal governo centrale , per la proroga delle concessioni demaniali marittime. Questo con deliberazione del 25 febbraio 2019 n.155 pubblicata sul bur n.11 del 01/03/2019 della Regione Basilicata, ha applicato la legge n.145 che “proroga” le concessioni demaniali marittime, dando le necessarie istruzioni istruttorie, nota come  la cosidetta “ manifestazione della volontà” da parte del concessionario ecc. , richiesta di volontà da parte del concessionario espletata tramite Pec all’ufficio demanio marittimo (Matera) della Regione Basilicata. Purtroppo dopo una stagione balneare non proprio facile dal punto di vista commerciale e turistico, quale Presidente Federbalneari Policoro,   esprimo con molto rammarico la totale paralisi istruttoria  del rinnovo concessorio al 2033, ad oggi sono passati oltre 240 giorni dalla pubblicazione della delibera per la proroga delle concessioni demaniali marittime.

La nostra Regione Basilicata è una delle poche regioni, se non l’unica a gestire  ancora direttamente il  demanio marittimo, mentre per la maggior parte delle regioni italiane  sono i comuni ad avere delega regionale attraverso appositi Uffici a gestire le concessioni demaniali marittime. Molti Nostri Associati si chiedono a cosa serve emanare   leggi di riordino se poi queste procedure restano inevase, ancor di più senza dare cenno di risposta  alle nostre richieste di proroga delle concessioni demaniali marittime tramite PEC? Stiamo subendo l’umiliazione di non poter valorizzare attraverso investimenti migliorativi l’accoglienza turistica sulla costa, un grave danno per tutta la Comunità Balneare;   tutta quest’incertezza risulta un danno commerciale e morale, senza il titolo di “proroga”  chi investirebbe avendo un arco di tempo  di una anno ancora per ammortizzare il proprio investimento? Ecco noi Imprenditori Balneari della Regione Basilicata non vogliamo sentirci “figli minori di Matera 2019”, anche la Nostra costa attraverso il mare siamo convinti sia un grande attrattore di esperienze indimenticabili di forte impatto emozionale. Anche noi Operatori Balneari della Basilicata, siamo pronti per manifestare per la certezza del nostro lavoro. PASQUALE FARACO

 

 

 

 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento