IL CASO BARRESI E LA GIUNTA BARDI CHE RISCHIA DI BAGNARSI

0

Un buon amministratore o un buon politico deve avere uno sguardo più lungo che va oltre il taccuino degli impegni quotidiani. Deve scrutare il cielo e capire se e da dove possono arrivare nuvolaglie , per evitare che il maltempo lo trovi impreparato. Ora, a Roma , e precisamente dalle parti del Consiglio di Stato si è andata formando una nuvola che sta piano piano prendendo la direzione di Potenza . E questa nuvola è la sentenza del Consiglio di Stato su ricorso di un dirigente dell’AOR San Carlo , Giuseppe Spera, contro la nomina di Barresi. Formalmente , il Consiglio di Stato ha rinviato al Tar la decisione nel merito, ma lo ha fatto con l’aggiunta di un ragionamento che di fatto è già di per sé un indirizzo preciso di interpretazione legislativa. ha detto che la nomina di un Direttore Generale nella sanità è un atto di alta Amministrazione, in quanto si sceglie una persona cui viene affidato il compito di tradurre operativamente le linee di indirizzo di un Governo regionale. Questa definizione esclude quindi che possa trattarsi di un atto di ordinaria amministrazione, cioè un atto che possa farsi anche a Consiglio regionale scaduto e con l’amministrazione provvisoria in corso. Ora, perchè sto parlando di nuvolaglie da prevenire? Perchè con la pronuncia del Consiglio di stato, il Governo Bardi viene chiamato in causa per il fatto che,mentre prima poteva non sapere, adesso sa e gli tocca rimediare, attraverso l’istituto dell’autotutela. Non facendolo, in caso di pronuncia del Tar sulla illegittimità dell’atto di nomina, non solo sarebbero annullati tutti gli atti prodotti dal Direttore Generale del San Carlo, ma si amplierebbe la catena delle responsabilità legali e contabili riferite all’intero periodo di gestione. Io capisco che è sempre difficile prendere una decisione che riguarda le persone, però non credo si possa giocare sulla scommessa che il Tar possa adottare una decisione di segno opposto, soprattutto dopo questo palese ragionamento giuridico circa la connotazione particolare di un atto che esula dall’ordinaria amministrazione. In questa cornice non è secondaria la mozione presentata dalla consigliere Dina Sileo, che , in un linguaggio felpato ed educato, fa capire alla Giunta che è ora di entrare nel merito di quella nomina e di decidere il da farsi. Prima che venga a piovere. E non sarà un caso che perfino quelli che direttamente o indirettamente hanno contribuito alla nomina di allora, hanno preso  vistosamente le distanze dal nominato. Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento