La questione morale in basilicata

0

9C’è il ragionevole dubbio che il cambio degli uomini al comando non riesca a portare quella svolta  che la comunità locale richiede nelle scelte e nei comportamenti pubblici e che la nuova legislatura si incammini, con facce nuove, verso una politica vecchia.  E questo perchè c’è una questione di fondo che è stata sollevata  dal voto elettorale ma che, passate le elezioni, si è ridepositata sul terreno dell’indifferenza generale.   Questo problema si muove intorno ad una certa imprenditoria che è specializzata nel consumare i soldi pubblici o nel dare l’assalto ai finanziamenti e che opera e vive non dando l’assalto ai mercati nazionali e mondiali ma frequentando assiduamente i palazzi degli assessorati . Questi parassiti sono quelli che hanno contribuito a mettere in crisi il futuro di una regione perchè, da anni ed anni, prendono tanto e offrono poco. Sempre pronti ad adulare i potenti di turno, sempre presenti nelle manifestazioni dove c’è da farsi vedere, sono quelli che hanno l’occhio clinico per capire chi sale e chi scende, un olfatto da tartufi per capire dove c’è da far soldi, e una pellaccia da cinghiale per passare sopra ad ogni recinzione legale, attraverso trucchi e trucchetti.  Questa fauna ha avuto fortuna nell’incrociare persone che si sono fatte incantare dalla loro affabulazione e che hanno creduto nei loro progetti, salvo dimenticarsi di verificare se e dove finivano quegli investimenti, quanto lavoro hanno prodotto e quali risultati hanno portato alla società lucana.. Chi sa vedere le cose oltre l’apparenza, da anni parla di una competizione falsata, dalla quale rimangono fuori le vere imprese che possono orgogliosamente definirsi presidii di lavoro, piccoli artigiani, imprese fatte di giovani e attività di servizi che spesso fanno in subappalto a prezzi stracciati il lavoro che al committente è stato pagato dieci volte tanto. Questo qualche volta avviene all’insaputa della politica , qualche volta come è stato denunciato più volte, con la connivenza della politica che ha chiuso gli occhi sulle regole e sulla meritocrazia per privilegiare imprese o cordate di imprese che sono riusciti ad entrare nella sfera di fiducia.  Ecco perchè nei luoghi chiusi del dibattito per addetti, si fanno i conti di questo tipo di politica che non ha pagato, ma anzi è costato tantissimo in termini di consenso elettorale, per il semplice fatto che la gente, come si dice qui, non è scema : memorizza giorno dopo giorno  e poi porta il conto, non meravigliandosi affatto nel vedere questi campioni dell’imprenditoria da rapina incassare l’ultimo mandato prima di fare il salto della quaglia. Speriamo che la batosta sia servita e che chi ha sbagliato sappia ora come rimediare, aprendo e facendo aprire gli occhi su un sistema che non premia i migliori imprenditori ma premia i più pericolosi, i più corrotti e i più voltagabbana. Aspetto di vederli nei vari palazzi ,pronti a lavorare di lingua, unica specialità in cui eccellono. Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento